Da “Adriano Olivetti, la forza di un sogno” a “Braccialetti rossi”, da “Anna Karenina” (Produzione Lux Vide – Associata APT) a “Non è mai troppo tardi”, da “Un matrimonio” a “L’oro di Scampia” (Produzione Picomedia – Associata APT): la fiction di Rai 1 fa la parte del leone nella lista dei vincitori della Conchiglia Moige, che premia la tv family friendly. L’Osservatorio media del Moige ha analizzato anche programmi di intrattenimento, la tv per ragazzi e gli spot pubblicitari, assegnando la Conchiglia a 27 eccellenze, premiate da quattro nuclei familiari in rappresentanza dei 12milioni di famiglie italiane. Nell’affollata sala Regina della Camera dei Deputati, tanti i direttori di rete e i dirigenti delle principali emittenti tv, autori, registi e protagonisti del piccolo schermo. Sono intervenuti al tavolo dei relatori: Maria Rita Munizzi, presidente nazionale del Movimento Genitori; Elisabetta Scala, vice presidente e responsabile dell’Osservatorio Media del Moige; Elisa Manna, responsabile delle Politiche Culturali Fondazione Censis; Antimo Cesaro, segretario della Commissione Parlamentare per l’Infanzia e l’Adolescenza, con Marida Caterini, giornalista e critica tv, a moderare l’incontro. “Il nostro obiettivo è offrire strumenti validi nell’ottica della media education, insegnando a riflettere sui contenuti che passano in tv durante la fascia protetta e ad analizzarli criticamente, per trasformare un momento di puro intrattenimento in un’occasione di educazione e formazione”, ha spiegato Maria Rita Munizzi.

Fonte: Ansa