Formula rinnovata per la prima edizione di “Italia’s Got Talent” targata Sky per la produzione della FremantleMedia Italia dell’associato APT Lorenzo Mieli. Dopo “X Factor” e “MasterChef”, debutta su SkyUno il 12 marzo lo show dedicato al talento in tutte le sue espressioni, ideato da Simon Cowell e trasmesso in 55 Paesi, con 460mln di spettatori complessivi. La versione italiana prevede sette puntate di audizioni, seguite da tre puntate live, due dedicate alle semifinali (in diretta il 30 aprile e il 7 maggio) e una alla finalissima (il 14 maggio). Dal 16 marzo partiranno su SkyUno quattro appuntamenti settimanali, dal lunedì al giovedì, alle 11e alle 17.40, con gli highlights della puntata andata in onda il giovedì precedente. Al termine delle due semifinali e prima della finale andrà in onda “Italia’s Got Veramente Talent?”, un appuntamento live della durata di 45’ che rivelerà i retroscena più divertenti della puntata. La giuria si presenta in un’inedita formazione a quattro (Claudio Bisio, Luciana Littizzetto, Frank Matano e Nina Zilli), mentre la conduzione è affidata a Vanessa Incontrada. Più di 15mila gli iscritti e oltre 8mila i concorrenti che sono arrivati a esibirsi in fase di casting, con 100 secondi a disposizione per convincere almeno tre giudici e passare alla fase successiva. Il meccanismo di selezione prevede che, durante le esibizioni, Bisio, Littizzetto, Matano e Zilli possano in ogni momento ricorrere al buzzer, il pulsante rosso presente davanti a ciascun giudice. Con quattro buzz il concorrente deve interrompere la propria esibizione e attendere il verdetto della giuria. Una novità di questa edizione è il golden buzzer, un pulsante speciale situato al centro del tavolo, che può essere utilizzato una sola volta da ciascun giudice durante tutta la fase di audizioni per far passare un concorrente direttamente alle semifinali. Al vincitore Sky riconoscerà un premio di 100mila euro in gettoni d’oro.

Fonte: e-duesse