Venerdì 20 giugno il Ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo Dario Franceschini ha firmato il decreto per l’adeguamento delle tariffe di copia privata, il compenso che si applica, tramite una royality sui supporti vergini fonografici e audiovisivi, in cambio della possibilità di effettuare registrazioni di opere protette dal diritto d’autore.

A seguito di tale firma l’APT, assieme alle altre Associazioni di settore, ha redatto un comunicato stampa per esprimere la sua approvazione, che è stato seguito da una nota stampa con una dichiarazione del Presidente Marco Follini.

Comunicato stampa del 20 giugno 2014:

Le associazioni di autori e produttori di contenuti audiovisivi sul provvedimento del ministro Franceschini per la copia privata

100autori, ANAC, ANICA, APT e ART ringraziano il ministro Franceschini che si è impegnato, insieme al Governo, a sostenere la produzione culturale nel nostro paese, firmando un provvedimento atteso da anni che darà fiducia e nuovo slancio ai produttori e agli autori di contenuti audiovisivi.

Nota stampa del 21 giugno 2014:

Decreto “copia privata”: dichiarazione di Marco Follini, presidente Associazione Produttori Televisivi (APT)

Il presidente dell’Associazione Produttori Televisivi, Marco Follini, commenta positivamente l’approvazione da parte del ministro Franceschini del decreto che aggiorna il compenso per la riproduzione privata di fonogrammi e videogrammi previsto dalla legge sul diritto d’autore.

Chi oggi dice che per la cultura non si deve pagare – afferma Follini – rischia di assomigliare involontariamente a chi, poco tempo fa, sosteneva che con la cultura non si mangia”.