Roma, 19 dicembre – Nell’ambito del progetto Rai «Alfabetizzazione Digitale: Manzi 2.0», in onore del maestro che con il suo programma “Non è mai troppo tardi” insegnò a leggere e a scrivere agli italiani, l’APT ha siglato con la Rai, alla presenza del Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, un accordo quadro biennale di collaborazione finalizzato all’individuazione e allo sviluppo di eventuali iniziative dedicate all’alfabetizzazione digitale e all’attuazione dell’Agenda Digitale in Italia.

Il progetto – ha spiegato il Direttore Generale Rai, Luigi Gubitosi – non riguarda una trasmissione specifica, ma una contaminazione dell’intera programmazione del servizio pubblico, dalle fiction ai talk show. «Torniamo alle origini con il maestro Manzi – ha sottolineato -. I big data e la digitalizzazione stanno cambiando il mondo e, per prima cosa, stiamo applicando questo cambiamento a noi stessi. Il processo di digitalizzazione della Rai, cominciato due e anni e mezzo fa, sta andando avanti come previsto e a fine 2016 la digitalizzazione sarà un fatto compiuto per la tv pubblica».