Presentata oggi, all’Hotel Bernini Bristol, la 3a edizione del MIA – Mercato Internazionale dell’Audiovisivo che si terrà dal 19 al 23 ottobre.

Come annunciato dalla Direttrice Lucia Milazzotto è confermata la struttura tripartita del mercato, che vede tre segmenti (MIA|Cinema, MIA|TV e MIA|DOC) dare vita a una realtà unica nel panorama europeo e internazionale, posizionandosi in modo strategico fra il MIP di Cannes e l’American Film Market. Quest’anno tuttavia il MIA cambia volto attraverso non solo una nuova location che si snoda tra il prestigioso Palazzo Barberini, l’Hotel Bernini Bristol e il Cinema Barberini, ma anche grazie a un restyling del logo che segna un nuova fase nell’auspicio di un futuro che consolidi sempre di più questo mercato come uno degli appuntamenti globali per il settore del cinema e dell’audiovisivo.

A presentare la nuova edizione sono intervenuti in conferenza stampa il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Carlenda, il Capo Gabinetto del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Giampaolo D’Andrea, il Presidente Apt Giancarlo Leone e il Presidente Anica Francesco Rutelli.

“Le edizioni precedenti sono andate molto bene” ha dichiarato il Ministro Calenda, “perché abbiamo costruito la realtà del MIA affinché funzionasse e durasse nel tempo. Il MIA è un’opportunità che non va slegata dalla politica settoriale che stiamo operando per l’audiovisivo, una politica che ha come mission principale quella di consolidare e potenziare il ruolo dell’industria italiana nel mondo”.

“Sono due gli obiettivi che ci siamo prefissati quest’anno: – ha continuato il Presidente Zingaretti – offrire a quest’esperienza un habitat amichevole in cui le nostre risorse possano collaborare e costruire una politica dell’audiovisivo, settore che oggi ammonta a circa 22 milioni di euro e grazie al quale la Regione Lazio riesce a posizionarsi al secondo posto in Europa per gli investimenti all’audiovisivo, dopo Berlino e prima di Parigi. E’ in occasione del mercato che presenteremo la 2° tranche del Bando Lazio Cinema International, e rilanceremo la piattaforma delle 2000 location per promuovere il nostro territorio insieme con Lazio Film Commission. Utilizzeremo il MIA come un’opportunità globale e cercheremo di promuovere quella sintesi che rappresenta tra cultura e industria.”

Il Presidente Anica Francesco Rutelli ha ribadito che “l’unico modo per fare del MIA un successo è il gioco di squadra. Vedere seduti al tavolo di questo progetto una coralità di istituzioni rappresenta un segnale positivo per il futuro dell’industria”.

In conclusione il Presidente Apt Giancarlo Leone ha sottolineato:  “Il MIA è il punto d’incontro tra la crescita del settore audiovisivo e il mercato internazionale. L’importante è che il Paese faccia sistema puntando sempre di più sulla cultura dell’audiovisivo.”