Il governo Zapatero finanzierà con un esborso complessivo di 800mln di euro i broadcaster spagnoli coinvolti nel passaggio al Digitale terrestre, somma stimata equivalente ai costi intrapresi dalle emittenti coinvolte.
Il contributo arriverà dall’incasso dell’asta per il dividendo digitale che comprenderà in totale 270Mhz, divisi in 58 lotti, nelle bande 800Mhz, 900Mhz e 2,6Ghz.
Attualmente, la gran parte dei canali Dtt spagnoli trasmette sulla banda 800Mhz, che verrà in gran parte destinata  agli operatori di telefonia mobile per il lancio di servizi a banda larga.
L’asta, da cui il governo spagnolo stima di incassare circa 1,5-2mld di euro, si chiuderà nei prossimi giorni.

Fonte: rielaborazione APT da E-Duesse

Leave a reply