Nel corso degli Screenings in Venice 2014, Rai ha presentato le proprie novità ai buyer internazionali, formalizzando accordi per oltre 900mila euro e avviando trattative per altri 600mila, che saranno formalizzate in questi giorni al MipTv di Cannes. “Il commissario Montalbano” e “Una grande famiglia” (dell’associato APT Rosario Rinaldo per Cross Productions) sono le serie più vendute all’estero (Spagna e Sudamerica in particolare). Il direttore commerciale Luigi De Siervo, ha inoltre annunciato che Rai potrebbe tentare la strada dello streaming a pagamento, dopo Mediaset e Sky. Il progetto, che segnerebbe l’ingresso del servizio pubblico nel mondo pay di internet, non ha ancora tempi definiti. Il dg Luigi Gubitosi punta sulla nuova direzione Commerciale della Rai, trasformata in società, come elemento di traino per i partner e le realtà d’eccellenza italiane. Tra i progetti annunciati agli Screenings, il più atteso è l’arrivo su RaiUno di Pif, con una serie tratta dal suo primo film per il grande schermo “La mafia uccide solo d’estate”. La fiction (in sei episodi) dovrebbe andare in onda tra circa un anno e mezzo. Sempre entro 18 mesi, dovrebbe arrivare sull’ammiraglia Rai “Romanzo familiare” di Francesca Archibugi, fiction che «avrà anche un adattamento per il web, con un linguaggio diverso da quello di RaiUno», come ha spiegato il direttore di RaiFiction Eleonora Andreatta. In cantiere anche una serie sulla prima guerra mondiale 100 anni dopo. «Sarà una web serie, in dieci episodi raccontati da dieci registi diversi, a partire dai quasi 4mld di lettere scritte dai ragazzi dal fronte», ha concluso Andreatta.

Fonte: e-duesse