Il RomaFictionFest torna dall’11 al 15 novembre e cambia location: dall’Auditorio Parco della Musica si sposta al Cinema Adriano, all’Auditorium Conciliazione e in un “Villaggio Fiction” che sarà allestito nei giardini di piazza Cavour.

La manifestazione, che lo scorso anno ha sfoggiato nel suo carnet fiction seguitissime dal pubblico, come “Fargo” dei fratelli Coen, “House of Cards”, “1992” e “True Detective”, dedicata al modo della televisiva di qualità, ideata da APT e curata dalla Fondazione Cinema per Roma, è sostenuta dalla Regione Lazio e dalla Camera di Commercio di Roma.

Ad annunciare la nomina di Piera Detassis nel ruolo di coordinatrice il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. «Tagliamo a novembre il nono nastro del RomaFictionFest – dice Zingaretti – che rappresenta uno dei tasselli per raggiungere l’obiettivo che ci siamo dati, quello di far diventare il Lazio un punto di riferimento strategico per la produzione audiovisiva internazionale. Crediamo e puntiamo nelle produzioni di film e fiction nel Lazio, che fanno conoscere la regione in tutto il mondo».

Piera De Tassis, già alla guida della Fondazione Cinema per Roma, assume quindi un ruolo di coordinamento artistico del lavoro dei curatori delle sezioni e di rafforzamento strategico della manifestazione : «Sottolineo il mio ruolo di coordinamento, una sorta di interim al servizio di una strategia complessiva. Esiste già un team all’opera e ci tengo molto al mio ruolo per garantire il lavoro già fatto da una squadra, con il precedente direttore artistico, Carlo Freccero, prima che venisse nominato nel Cda della Rai, e mi auspico che Freccero possa dare un contributo a questa edizione». La Detassis prosegue: «Mi sono “messa a servizio” per dare una linea di continuità in sinergia con la Fondazione Cinema per Roma e creare un’osmosi tra grande cinema e grande serialità. E in questa edizione vorrei avere presenti tutti i grandi protagonisti delle fiction più seguite a livello internazionale e nazionale. Ma per la programmazione è ancora presto».

Lorenzo Tagliavanti, presidente della Camera di Commercio di Roma aggiunge: “Ci auguriamo che l’appuntamento, un unicum in Italia, si consolidi sempre di più sul piano internazionale”.

Due le novità principali: apertura alla fiction di tutto il mondo per gli inediti e progetti speciali per i giovani: «Quest’anno facciamo due scommesse – ha spiegato Marco Follini, Presidente dell’Associazione Produttori Televisivi (APT) – La prima sul valore qualitativo della produzione nazionale, reintroducendo il concorso per la fiction inedita proveniente da tutto il mondo. La seconda è sui giovani: un progetto speciale curato da APT e dedicato esclusivamente ai giovani sceneggiatori per far emergere le idee di una nuova generazione di talenti».

Fonte: La Repubblica, Leggo