Non è solo a Hollywood che ultimamente si punta sui remake di vecchi film, spesso dei «cult» come I Ghostbusters appena uscito al cinema. Anche nel mondo televisivo statunitense il riadattamento di titoli famosi è un’abitudine in crescita: questo settembre, ad esempio, arriva la prima stagione di Lethal Weapon , versione tv prodotta dalla Fox della trilogia di Richard Donner – protagonisti Mel Gibson e Danny Glover – che ebbe un enorme successo a cavallo tra gli anni Ottanta e i Novanta, Arma letale appunto. A interpretare la coppia di poliziotti Martin Riggs e Roger Murtaugh saranno Clayne Crawford e Damon Wayans. Tra i titoli attesi quest’autunno anche la seconda stagione di un altro remake televisivo, ma che in questo caso continua la storia del suo predecessore cinematografico: la trilogia di The Evil Dead (in Italia La casa , La casa 2 e L’armata delle tenebre ). Il creatore di Ash vs the Evil Dead , che andrà in onda negli Stati uniti da ottobre, è infatti lo stesso regista della trilogia, Sam Raimi, mentre il protagonista è sempre Bruce Campbell nei panni di Ash, che combatte i morti viventi con una motosega come d’abitudine. Designated Survivor , della Abc, è invece una delle serie che debutterà in autunno. Ideata da David Guggenheim e con protagonista Kiefer Sutherland, racconta le vicende di Tom Kirkman, Segretario allo sviluppo urbano che si ritrova a dover prestare giuramento come Presidente dopo che il leader degli Stati uniti viene ucciso da un’esplosione con tutto il suo gabinetto di governo. A ottobre inizierà anche la nuova stagione, la settima, della serie tv più vista negli Usa e amatissima anche in Italia (va in onda su Sky Atlantic): The Walking Dead , che in aprile con il suo finale di stagione aveva fatto infuriare i fan lasciando il mistero su chi dei nostri eroi sia stato ucciso dal nuovo supercattivo Negan. Hugh Laurie, il Dr. House dell’omonima serie tv, tornerà invece a vestire i panni del medico – stavolta un neuropsichiatra forense – nella serie Chance che andrà in onda da ottobre ed è stata rinnovata per una seconda stagione prima ancora del suo debutto. Resta invece il mistero sulla sorte di True Detective , la serie ideata da Nick Pizzolatto di cui la prima stagione ha avuto un enorme successo per poi scivolare negli ascolti con la seconda. Inizialmente sembrava che la serie della Hbo fosse stata cancellata. Pochi giorni fa il presidente del network Casey Bloys ha invece detto che True Detective «ha troppo valore per venire chiusa», e che – anche se lo sceneggiatore non sarà più Pizzolatto – si «spera» in una terza stagione.

Fonte: Il Manifesto