Regione Veneto: presentato il Protocollo d’intesa per gli incentivi al cinema e all’audiovisivo
10 settembre 2013

Regione Veneto: presentato il Protocollo d’intesa per gli incentivi al cinema e all’audiovisivo

È stato presentato a Venezia il Protocollo d’intesa che sarà sottoscritto tra la Regione Veneto e il sistema delle Camere di Commercio venete per incentivare la produzione audiovisiva e promuovere il sistema veneto del cinema. Regione e sistema camerale hanno deciso di condividere progetti di promozione e valorizzazione del sistema veneto del cinema, di promuovere progetti formativi, di produzione e di commercializzazione da sottoporre alla Commissione Europea e di avviare un programma di azioni capace di fornire agli operatori del settore servizi di consulenza, agevolazioni organizzative, supporti logistici qualificati, sostegno alle attività di comunicazione e alla gestione dei rapporti con le istituzioni e i media locali. All’incontro di Venezia, svoltosi nel corso della Mostra del Cinema, hanno partecipato il vicepresidente della Regione e assessore alla cultura, Marino Zorzato, il vicepresidente di Unioncamere del Veneto, Giuseppe Fedalto, il presidente della Camera di Commercio di Treviso Nicola Tognana. Era presente anche il presidente della commissione statuto e regolamento del Consiglio regionale, Carlo Alberto Tesserin. Il Protocollo d’Intesa tra la Regione e il sistema camerale ha l’obiettivo di creare un “sistema” di film commission regionale, in grado di incentivare e supportare la realizzazione di produzioni cineaudiovisuali e multimediali nel territorio veneto, in un’ottica di sviluppo economico e culturale e di sostegno alla filiera. La Regione – ha spiegato Zorzato – riconosce da sempre nel cinema e nell’audiovisivo un mezzo fondamentale di espressione artistica, di formazione culturale, di comunicazione e di crescita sociale ed economica. Ma l’industria cinematografica e audiovisiva riveste anche un ruolo strategico come comparto produttivo in grado di portare sul territorio rilevanti ricadute economiche, occupazionali e turistiche. Ed è proprio sul rapporto cultura ed economia – ha detto Zorzato – che si gioca lo sviluppo futuro del Veneto, che ha visto crescere in controtendenza soprattutto il turismo delle città d’arte.

Fonte: Il Giornale dello Spettacolo