Regione Lazio: via libera alla nuova legge su cinema e audiovisivo
24 ottobre 2013

Regione Lazio: via libera alla nuova legge su cinema e audiovisivo

Rientro e rilancio della Roma&Lazio Film Commission, abrogazione del Centro Regionale dell’audiovisivo, “scommessa” sui talenti, sul cinema indipendente e sull’innovazione tecnologica. Sono i cardini della riforma della legge su cinema e audiovisivo proposta dall’Assessore Lidia Ravera e approvata ieri dal Consiglio Regionale. Dopo gli interventi a favore della digitalizzazione delle sale cinematografiche (3,6 milioni di euro), e in prossimità dell’annunciato bando per la creatività digitale (400.000 euro per talenti della fiction) la riforma della legge cinema va avanti. Si tratta della seconda legge, dopo quella che stanziava 2 milioni di euro per i servizi culturali, proposta dall’Assessorato alla Cultura. Dichiara l’Assessore alla Cultura e Politiche giovanili della Regione, Lidia Ravera: “Maggiore attenzione è stata prestata alla innovazione tecnologica, alla distribuzione, alla dislocazione delle sale, alle opere prime, ai film che secondo la normativa europea vengono definiti difficili: si va nella giusta direzione per attrarre un maggior numero di produzioni nel Lazio“.