Alla fine è arrivato il nulla osta del Cda della Rai al piano straordinario di interventi ed azioni di risanamento proposto dal direttore generale Lorenza.

Il piano, approvato all’unanimità’, prevede risparmi per 85 milioni di euro che si aggiungono alla manovra di 70 milioni varata lo scorso maggio, infine altre misure troveranno spazio nel Piano Industriale 2012-2014 attualmente in fase di predisposizione.

Fra i punti previsti dal piano approvato ieri troviamo: il rafforzamento dell’offerta all-news della Rai attraverso l’integrazione delle testate giornalistiche Rai News e Televideo, l’ottimizzazione, seguendo le esigenze editoriali, della presenza all’estero delle testate Rai, la rimodulazione dell’offerta di Rai Italia, la razionalizzare dell’utilizzo delle riprese esterne e dei modelli produttivi di realizzazione dei programmi, la riduzione “nell’immediato” dei costi di gestione del patrimonio immobiliare attraverso la cessione di cespiti non operativi, e la riduzione dei costi non strettamente legati al prodotto all’insegna di una “drastica rivisitazione delle policy aziendali”.

Fonte: rielaborazione APT da Agi