In un’intervista al numero di dicembre del mensile “Giustizia – Il periodico dell’élite del diritto”, il Direttore Generale della Siae Gaetano Blandini e il Capo Divisione Affari Legali Maurizio Mandel hanno parlato del diritto d’autore e della tutela delle opere su internet.
“Il diritto d’autore – ha dichiarato Blandini – è un bene che non si vede e non si tocca, per cui molti non riescono a percepire il suo intrinseco valore, come generalmente accade per i beni di consumo o altri beni tangibili”. Questo mancato riconoscimento da parte degli utenti di Internet del valore della proprietà intellettuale è una delle cause del fenomeno della pirateria via web, mentre “l’ampliamento dell’offerta legale è un ottimo deterrente alla pirateria e la Siae si è mossa da tempo in questa direzione”.
Per Maurizio Mandel le sanzioni esistenti sono appropriate per combattere la pirateria di supporti fisici su scala commerciale ma debole per la piratera di internet per la quale “sarebbero preferibili diverse forme di intervento” comprese misure tecnologiche “che non necessariamente giungano al distacco della connessione” come l’invio di avvisi ai trasgressori (notice and take down).

Anche per Maurizio Mandel l’offerta legale di contenuti in Internet è la soluzione più logica  ma “ciò deve avvenire attraverso meccanismi che complessivamente garantiscano il riconoscimento di un compenso adeguato in favore degli autori, degli editori e produttori”.

Fonte: rielaborazione APT da SIAE.it