Il prossimo 24 maggio l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AgCom) presenterà un nuovo regolamento per contrastare il fenomeno della pirateria digitale. Un articolo di Aldo Fontanarosa su la Repubblica di mercoledì scorso spiega che la principale novità è rappresentata dalla velocità della procedura: entro due giorni il sito che offra un contenuto illegalmente riceverà una diffida formale a eliminarlo; dopodiché il titolare del sito avrà dieci giorni per difendersi davanti al Garante; infine, dopo altri quindici giorni, il procedimento sarà chiuso. La tempistica prevista dal regolamento precedente, di sessanta giorni, è stata bocciata dalla Commissione Ue. Del resto, il commissario AgCom Antonio Preto ricorda che “l’editore di un film o di un disco riceve i danni più violenti nei primi sette giorni dall’uscita dell’opera, quando il download tocca livelli folli. È in questi sette giorni che noi dobbiamo intervenire”.

(fonte: repubblica.it)