L’agenda digitale potrà contare sulla Rai come strumento di diffusione della cultura digitale. Lo annuncia via Twitter il ministro per lo sviluppo economico Corrado Passera, assicurando che l’alfabetizzazione digitale sarà presente nel nuovo contratto di servizio Rai. L’annuncio rappresenta un cambiamento rispetto al decreto Crescita 2.0, che aveva respinto una proposta di Paolo Gentiloni (Pd) e Antonio Palmieri (Pdl) proprio sul ruolo del servizio pubblico radiotelevisivo in materia di cultura digitale.

(fonte: corrierecomunicazioni.it)

Leave a reply