Secondo quanto si apprende oggi dal quotidiano Avvenire, il premier Mario Monti avrebbe annunciato ai leader politici (Alfano, Bersani e Casini) l’imminente arrivo sulle loro scrivanie del provvedimento che dovrebbe reinventare i vertici della RAI. Probabile che non si tratti di un decreto quanto di un disegno di legge.

Nelle idee di Monti la Rai sarebbe guidata da un supermanager ovvero un amministratore delegato con la totale responsabilità dell’ordinaria amministrazione e dei risultati positivi o negativi del prodotto Rai. L’altra importante novità è un CDA più snello (3-5 membri) che si riunisca con meno frequenza ma periodicamente. Il cda avrà potere di sfiducia sull’Amministratore Delegato e sarà decisivo e avrà potere di indirizzo, controllo e verifica su investimenti, dismissioni, piano industriale e bliancio.
La proposta dovrebbe essere messa a punto prima di marzo.

Fonte: rielaborazione APT da Avvenire