All’indomani dell’incontro tra il segretario di stato americano John Kerry e il presidente della Commissione José Barroso sull’accordo di libero scambio Ue-Usa, il commissario europeo al Commercio Karel De Gucht è intervenuto a favore dell’audiovisivo, che la Francia aveva chiesto di escludere dall’accordo stesso. “L’Europa non metterà in pericolo la propria diversità culturale per un accordo commerciale con gli Usa”, ha affermato De Gucht, spiegando che “gli stati membri che lo desiderano saranno liberi di mantenere le misure esistenti e la Francia in particolare resterà perfettamente libera di mantenere i suoi meccanismi di sovvenzioni e quote. La Commissione continuerà a sostenere la creazione europea attraverso il programma Media, e col programma Europa creativa a partire dal 2014”. Infine, il commissario ha precisato che nel negoziato con gli Usa “per l’Europa non si tratta solo di difendere e di proteggere il suo settore culturale unico, ma anche di fare in modo che le imprese ed i creativi del settore possano avere un vero avvenire in un settore di alta tecnologia che si sviluppa ad un ritmo sfrenato”.

(fonte: ansa.it)