Si è svolto lo scorso 27 novembre l’incontro dal tema “I decreti attuativi della nuova legge cinema”. In questa occasione sono intervenuti i Presidenti di tutte le Associazione cinematografiche e audiovisive, mostrando il loro riconoscimento al Ministro per i lavori e i risultati ottenuti con l’approvazione nuova legge e delle modifiche accolte dal Governo.

“Il governo ha rimesso al centro del sistema, l’intero sistema dell’audiovisivo grazie a modifiche che in buona parte hanno risposto alle esigenze del settore. – ha dichiarato Giancarlo Leone, Presidente APT – Al Ministro Franceschini dobbiamo anche l’importante legge sul tax credit, che consente un decisivo rilancio del cinema e dell’audiovisivo. Tuttavia, nel maggio di quest’anno, è stato introdotto il meccanismo dello split payment, che prevede da parte di grandi aziende il pagamento dell’Iva direttamente all’erario senza passare attraverso il produttore. Dato che la legge sul tax credit vive proprio in gran parte sul credito d’imposta, una buona parte del tax credit non sarà così più erogabile e non produrrà pertanto i benefici attuali. Mi sono pertanto appellato al Mibact e al Mef auspicandomi un intervento urgente nell’ambito della manovra economica che sarà approvata nelle prossime settimane. Il rischio è che questo provvedimento non produrrà negli prossimi anni i benifici attesi, vanificando le opportunità che la stessa legge approvata ha aperto al sistema culturale”.