La commissione Cultura, Spettacolo e Sport della Regione Lazio, ha espresso ieri parere favorevole sulla proposta di legge ‘Interventi regionali per lo sviluppo del cinema e dell’audiovisivo’, di iniziativa della giunta.
La proposta di legge prevede la concessione di sovvenzioni per attività di produzione, distribuzione, esportazione, promozione, esercizio, conservazione, studio e diffusione delle immagini. Particolare attenzione viene rivolta al sostegno di opere di interesse regionale, opere prime e seconde, opere prodotte da produttori indipendenti, opere realizzate in teatri di posa localizzati nel territorio laziale.
Agevolazioni sono previste anche per l’utilizzo di location regionali, per l’accesso al credito (in particolare delle micro e piccole imprese) e per migliorare le condizioni di accessibilità, sicurezza e adeguamento degli spazi adibiti all’esercizio cinematografico. Benefici economici sono destinati infine alla formazione, all’aggiornamento e alla riqualificazione professionale.
Il testo affida ad un documento programmatico triennale il compito di definire obiettivi e risorse finanziarie e prevede l’istituzione di un ‘Fondo regionale per il cinema e l’audiovisivo’, alimentato in parte con lo stanziamento annualmente definito in sede di approvazione del bilancio regionale, in parte con una quota percentuale di altri fondi già istituiti per il sostegno alle imprese del Lazio.
Si prevede, inoltre, l’istituzione del ‘Centro regionale per il cinema e l’audiovisivo’, con il compito di attuare e coordinare gli interventi regionali di sostegno al settore e del ‘Tavolo permanente regionale del cinema e dell’audiovisivo’, a cui viene attribuita la funzione di formulare proposte e esprimere pareri sui programmi triennali ed annuali, nonché di proporre la qualificazione di opere cinematografiche ed audiovisive come di interesse regionale.
Il testo a breve approderà in aula per la valutazione del Consiglio Regionale e l’eventuale approvazione definitiva.

Fonte: rielaborazione APT da tusciawe