Nasce il portale www.bookciak.it, ponte ideale fra il mondo dell’editoria italiana e quello dell’audiovisivo, presentato lo scorso 6 settembre, nell’ambito della 68° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Il  progetto  realizzato dall’Associazione Calipso e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali d’intesa con l’APT, l’ANICA e l’ANAC, è stato presentato dalle ideatrici, Gabriella Gallozzi e Maria Serena Palieri, con Raimondo Del Tufo (in rappresentanza del Direttore Generale Cinema Nicola Borrelli), Fabiano Fabiani (Presidente APT),  Riccardo Tozzi (Presidente Anica), Ugo Gregoretti (Presidente ANAC), Roberto Cicutto (Presidente Cinecittà Luce), il produttore Gianluca Arcopinto e lo scrittore Piersandro Pallavicini.

Al pubblico e ai giornalisti della Mostra è stata mostrata su uno schermo la piattaforma web, che funziona in pratica come un motore di ricerca, in cui gli editori propongono una serie di libri attraverso delle schede, mettendo in risalto autore, trama, parole chiavi e altre voci, mentre ogni editore ha il suo contenitore. Il database viene dato in accesso al produttore e si ha la possibilità di trovare anche testi meno noti e più “nascosti”.

Secondo un censimento soltanto negli ultimi 5 anni sono stati quasi 200 i titoli cinematografici prodotti (o coprodotti) in Italia e tratti da opere letterarie, e a questi, per avere un’idea complessiva, andrebbe aggiunto un considerevole numero di serie televisive quali: “Il commissario Montalbano”, “Il commissario De Luca”, “Cuore”, “Pinocchio”, “Renzo e Lucia”, “Quo vadis Baby?”, “La leggenda del bandito e del campione” e tanti altri.

“Anche la televisione come il cinema può prendere storie nuove e fresche dalla pagina scritta, bissando il successo di Incantesimo o de Il Commissario Montalbano – ha detto Chiara Sbarigia dell’APT, al fianco di Fabiani – E può arrivare anche all’estero, dove c’è un pubblico che apprezza gli