Oggi a Palazzo Montecitorio si è tenuta la Presentazione della Relazione annuale Agcom 2018 sull’attività svolta e sui programmi di lavoro.

Per quanto riguarda il settore audiovisivo l’Autorità, attraverso la delibera 184/18/Cons dell’11 aprile scorso, ha posto in consultazione pubblica una proposta di regolamentazione volta a sottrarre rigidità al sistema delle quote e a contemperare il principio di tutela dell’opera audiovisiva europea con le esigenze di palinsesto e di investimento degli operatori televisivi. L’istanza è stata presentata a seguito delle recenti riforme che hanno investito la tutela del prodotto europeo e delle produzioni indipendenti , dovute all’approvazione del D.lgs. n. 204/17. In aggiunta, sono state avviate altre due consultazioni pubbliche, una finalizzata all’individuazione di specifiche regole dirette a evitare situazioni di conflitto di interessi tra produttori e agenti che rappresentino artisti e l’altra sullo schema di regolamento in materia di classificazione delle opere audiovisive destinate al web e ai videogiochi. Continua inoltre il lavoro di Agcom sul Regolamento per la tutela del diritto d’autore sulle reti di comunicazione elettronica, volto ad individuare nuovi provvedimenti cautelari e misure sempre più mirate alla repressione della pirateria e all’educazione dei consumatori alla legalità.