Il Cda della Rai ha approvato ieri su proposta del DG Lorenza Lei  una manovra ‘correttiva’ dei conti 2012 per 45,8 milioni di euro, rsa necessaria dagli scarsi introiti pubblicitari del primo trimestre 2012.
Dei tagli previsti -a quanto si apprende – circa 31 milioni sono in carico alla Rai e il resto alle società consociate. Circa 6 milioni di euro verranno risparmiati su staff e servizi e 10 milioni di tagli riguardano le reti generaliste (circa 5 per Rai1, 3 per Rai2 e 1,5 per Rai3) mentre 2 milioni verranno risparmiati dalle reti tematiche.
Non sono previsti tagli al numero dei dipendenti della Rai ed il piano industriale è rimasto uguale nella sua ossatura.
Il consigliere Rai Antonio Verro parla di ambizione dopo il cda: “In un anno pari come questo, in cui ci sono ingenti esborsi per i diritti sportivi, il pareggio di bilancio è un obiettivo ambizioso e significativo, che questa manovra dovrebbe garantire”.

Fonte: rielaborazione APT da blitzquotidiano.it