L’Associazione Produttori Televisivi (APT) ha preso parte quest’anno al prestigioso Premio cinematografico ‘La Pellicola D’Oro’, promosso e organizzato dall’Associazione Culturale ‘Articolo 9 Cultura e Spettacolo’ e dalla ‘Sas Cinema’ di cui è Presidente lo scenografo e regista Enzo De Camillis, ideatore del Premio.

La serata, condotta dall’attrice e conduttrice Michelle Carpente, ha visto un ricco parterre di premiati con la presenza di Paola Cortellesi e Jasmine Trinca vincitrici in ex aequo nella categoria ‘Miglior attrice protagonista’, la prima per ‘Come un gatto in tangenziale’, la seconda per il film ‘Fortunata’. Il Premio ‘Miglior attore’ è stato assegnato invece ad Antonio Albanese per ‘Come un gatto in tangenziale’; Ivo Micioni ha ricevuto la pellicola come ‘Miglior Direttore di produzione’, mentre Luigi Andrei come ‘Operatore di macchina’, Alessandro Cardelli come ‘Capo Elettricista’, ‘Miglior Capo Costruttore’ a Ionel Maicam, ‘Miglior Maestro D’Armi’ a Gianluca Petrazzi, tutti e cinque per il film ‘Fortunata’. Il ‘Miglior capo macchinista’ è stato conferito a Patrizio Marra, la ‘Miglior Sarta di Scena’ a Sabrina Salvitti, entrambi per ‘La Tenerezza’; il ‘Miglior attrezzista di scena’ a Stefano Carponaro per ‘Mamma o papà?’. Il film ‘Brutti e cattivi’ ha ricevuto tre premi: ‘Miglior Tecnico di effetti speciali’ a Maurizio Corridori, ‘Miglior Sartoria Cineteatrale’ alla Sartoria Farani e, infine ‘Miglior Storyboard artists’ consegnato a Marco Valerio Gallo; il ‘Miglior Creatore di effetti sonori’ è andato a Massimo Anzellotti per ‘Mr Felicità’. Sono stati consegnati, inoltre, il ‘Premio alla carriera’ a Barbara Bouchet, il ‘Premio per l’attività artistica’ a Placido Domingo Jr. e il ‘Premio per l’attività aziendale’ a Panalight.

La Pellicola d’Oro è un riconoscimento per quei mestieri del cinema invisibili al grande pubblico ma certamente indispensabili.  Annovera  inoltre significativi patrocini istituzionali fra i quali il Mibact (Ministeri Beni Culturali Direzione Cinema), la Camera di Commercio di Roma, la Regione Lazio, l’Ass.For Cinema, ecc. 

Per la prima volta l’Associazione ha preso parte al progetto dichiarando il suo entusiasmo e l’auspicio che possa estendersi a tutto il settore dell’audiovisivo.

“L’APT ritiene che il Premio La Pellicola d’Oro, arrivato quest’anno all’ottava edizione, abbia colmato con il riconoscimento dei mestieri e dell’artigianato del cinema italiano, un vuoto significativo. Senza gli artigiani, i tecnici, i direttori di produzione, gli operatori, i macchinisti, i sarti, gli elettricisti, i costruttori non ci sarebbero nemmeno i film. L’APT ha deciso quest’anno di aderire alla governance del Premio auspicando un’estensione dello stesso all’intero sistema dell’audiovisivo, che sta vivendo in questi ultimi anni un periodo di grande splendore e di riconoscimenti internazionali.”