Il governo francese ribadisce la richiesta di escludere il settore audiovisivo dall’accordo di libero scambio tra Unione europea e Stati Uniti. Come ha affermato il ministro francese del commercio Nicole Bricq, la Francia “intende preservare la vitalità e la distribuzione della propria produzione artistica ed è impegnata a tutelare l’eccezione culturale”. La richiesta francese sarà portata al Consiglio informale dei Ministri Ue del settore, che si riunirà a Dublino per discutere dell’accordo UE-USA. Se l’audiovisivo rientrasse nell’accordo, risulterebbero indebolite le politiche di sostegno alla creazione audiovisiva e cinematografica europea. Sulla questione è stata anche lanciata una petizione dai più importanti registi europei, alla quale ha aderito anche l’americano David Lynch.

(fonte: siae.it)

Leave a reply