“Il settore ora inizia a svilupparsi, crediamo sia arrivato il momento giusto per investire im modo massiccio”.

L’AD di Mediaset e numero uno di Publitalia Giuliano Andreani in un’intervista al Sole24ore, ha parlato delle intenzioni del gruppo Mediaset di investire nel web.

“Da soli potremmo triplicare la raccoltra annuale sul web, che nel 2012 arrivera’ a 30-40 milioni grazie anche a servizi innovativi come i programmo tv disponibili online e la forza del sistema TgCom24, sito internet e applicazioni per tablet e smartphone. Vogliamo pero’ accelerare ancora e siamo in contatto con grandi operatori internazionali interessati a potenziare in Italia la loro forza tecnologica con una raccolta pubblicitaria adeguata”.
In ballo, spiega, non ci sono solo Apple o Google. ”Perche’ escludere Microsoft, Facebook, Twitter o Yahoo? Non abbiamo preclusioni, il dialogo e’ aperto e se ci saranno le condizioni puntiamo a finalizzare un accordo entro l’anno”. In caso di alleanza, aggiunge, la raccolta sul web avrebbe ”un ordine di grandezza di centinaia di milioni”.

A proposito della pubblicità Andreani ha evidenziato che anche se ” lo scorso anno si e’ ridotta di circa il 3% siamo riusciti a fare molto meglio dei nostri concorrenti”. In questo quadro di crisi “stimiamo di chiudere l’anno con oltre 200 milioni di profitti, non mi pare che ci siano altre realta’ del settore con risultati comparabili”.

Rigurado alla sospensione del beauty contest, Adreani è critico: “I nuovi canali sono gia’ tantissimi. Le emittenti non sono disposte a svenarsi per ottenere frequenze. Quello che pero’ e’ inaccettabile e’ il cambio delle regole del gioco in corsa. Questo settore – conclude – ha gia’ le sue difficolta’, l’importante e’ che non si freni il libero mercato e la concorrenza.”

Fonte: rielaborazione APT da MF-DJ