Settimana di ascolti dominata dalla fiction nazionale, che piazza al vertice del ranking (ovvero della classifica) due titoli ai primi due posti fra le emissioni più viste. Su Rai1, domina infatti la classifica settimanale il film tv dedicato a Felicia Impastato, che raccoglie 6.871.000 spettatori medi, per uno share che tocca il 27%, otto punti sopra la media di rete. Sempre su Rai 1, fidelizzano in modo più durevole gli spettatori i 12 episodi delle serie comedy «Non dirlo al mio capo», con Vanessa Incontrada. I sei episodi finora messi in onda (due a serata, nel formato dei 60 minuti ciascuno) hanno raccolto una media di 5.896.000 spettatori, per una share del 24,79%. In entrambi questi casi di innegabile successo, il segreto principale è costituito dalla capacità di intercettare soprattutto i gusti del pubblico femminile. Nel caso del film con Lunetta Savino, le donne hanno superato la notevole soglia di share del 31% (per una media di 4.331.000); fra gli spettatori di sesso maschile, lo share si abbassa invece al 22%. Analogo discorso per la commedia con la Incontrada: la platea femminile ha raggiunto un livello di share di quasi il 30%, mentre gli uomini sono fermi al 19%. In entrambi i casi il pubblico ha in gran parte più di 55 o più 65 anni (oltre il 30% di share), ma nel caso di «Non dirlo al mio capo» la fiction sa conquistare anche i bambini, con una share che supera il 25% (un po’ come accade con «Don Matteo», sempre di produzione Lux), e mostra anche una buona presenza sui laureati (26%). In questi anni la fiction Rai ha trovato un modello che «funziona» in termini di ascolti, ma che è destinato solo a una fascia piuttosto tradizionale di pubblico; bisognerebbe ora pensare a una produzione più diversificata, per altre reti e altri pubblici.

Fonte: Corriere della sera