E’ stato convocato per il primo pomeriggio di martedi’ 29 l’ufficio di presidenza della commissione di Vigilanza Rai.
Da indiscrezioni provenienti da ambienti politici si fa rilevare che nella riunione si parlerà concretamente delle procedure d’avvio relativamente alle competenze della commissione parlamentare in fatto di nomine dei componenti del Cda di viale Mazzini.
Al momento alla Vigilanza spetta nominare 7 dei 9 componenti,  mentre gli altri due – insieme all’indicazione del direttore generale – sono indicati dall’azionista di riferimento, il governo.
Nel frattempo, giusto ieri, il premier Mario Monti ospite di ‘Piazzapulita’ su La7 ha affronatato il problema Rai: “è un discorso conturbante, eccitante. Allo Stato e al ministro dell’Economia, che in questo momento sono io, competono dei doveri come azionista e non intendo sottrarmi a questi doveri, il che non significa mettere le mani”.
Detto questo “non è escluso che ci sia qualche miglioramento e credo ci sia spazio per miglioramenti nella governance. E poi ci saranno le nomine”.

Fonte: rielaborazione APT da TMNews e AGI<