Il tribunale di Milano ha giudicato colpevole il server provider Libero.it, appartenente al gruppo Italia On Line Srl, nella causa contro Mediaset. L’accusa riguarda la pubblicazione sul portale, da parte degli utenti, di numerosi filmati appartenenti all’emittente, una violazione del copyright non corretta da Libero.it che non ha cancellato i contenuti incriminati spingendo così Mediaset a portare avanti la causa.
Per la condanna, ancora da definire, si parla di 250 Euro per ogni filmato pubblicato e visionato all’interno del portale, oltre alla immediata rimozione di tutti i contenuti inviati.
Con questa decisione, i giudici milanesi seguono la strada tracciata dal Tribunale di Roma che intimava a Google/YouTube (sempre in seguito ad un ricorso di Mediaset) di eliminare dalle proprie pagine tutti i contenuti relativi, nel caso, a spezzoni del reality Il Grande Fratello. Si tratta quindi della costituzione di un nuovo precedente che si incasella nel puzzle, ancora confuso, dei rapporti tra emittenti e server provider, fra Tv e Web.

Fonte: rielaborazione APT da www.hostingtalk.it e www.milanoweb.com<