Il 21 ottobre è stato presentato il nuovo bando per le coproduzioni internazionali, si tratta dell’unico bando in Italia destinato alle coproduzioni, e nasce da un grandissimo lavoro di squadra attraverso gli assessorati allo sviluppo economico, alla cultura e alla Roma Lazio Film Commission, coinvolge Mibact, Mise e i principali attori dell’industria audiovisiva.

 ecco tutte le info sul fondo: quest’anno il bando, giunto alla seconda edizione, è articolato in due finestre da 5 milioni di euro ciascuna, la prima apre a novembre 2016, la seconda nella primavera del prossimo anno. In questo modo sarà possibile sostenere la domanda proveniente da un più ampio spettro di soggetti, includendo quelli già pronti a partire nell’inverno 2016 e quelli in programmazione la prossima estate.
• più semplice la presentazione delle domande grazie all’utilizzo del sistema Gecoweb di Lazio Innova
• con il bando 2016 abbiamo scelto di sostenere ancora di più la capacità del sistema produttivodel territorio di lavorare nelle grandi coproduzioni internazionali, in ogni loro aspetto: sia valorizzando il “girato” nel lazio sia favorendo il coinvolgimento delle imprese della filiera.

“Il Lazio si conferma regione europea per il sostegno all’industria del cinema e dell’audiovisivo –è il commento del presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: in questi due anni e mezzo abbiamo individuato questo come uno dei pilastri delle politiche culturali e di sviluppo della nostra regione e i risultati si stanno vedendo: aumentano le produzioni, aumentano le co-produzioni, aumenta il lavoro, aumenta la promozione del territorio, basti pensare come delle location che prima erano completamente sconosciute cominciano ad essere i palcoscenici di film che poi girano il mondo. Un altro impegno mantenuto per trasformare la cultura in una grande risorsa economica e di sviluppo per la nostra regione”- ha detto ancora Zingaretti.

“Con questa nuova edizione del bando per il sostegno alle coproduzioni internazionali vogliamo ribadire l’interesse della Regione Lazio per il settore del cinema e dell’audiovisivo, anche a seguito del successo dell’avviso pubblicato l’anno scorso, che ha sostenuto la realizzazione di 17 progetti internazionali di alto profilo- parole di Guido Fabiani, assessore allo sviluppo economico e attività produttive, che ha aggiunto: questa volta abbiamo scelto di puntare in special modo sugli elementi più innovativi che hanno portato al successo del bando nel 2015 e quindi abbiamo deciso, ad esempio, di valorizzare il ‘girato’ nel Lazio e di favorire il  coinvolgimento delle imprese della filiera che lavorano nel nostro territorio”- ha detto ancora Fabiani.

“La Regione si è mossa su due piani – ha commentato Lidia Ravera assessore Cultura e Politiche giovanili – da una parte internazionalizzare il prodotto audiovisivo italiano, incoraggiando coproduzioni e ogni sorta di avventura comune fra imprenditori di paesi diversi. Dall’altra parte vogliamo segnalare, mostrare, proporre, svelare e quindi far crescere, le piccole realtà del territorio. Tutti conoscono Roma, quanti conoscono Tuscania, Cori, Sermoneta, Frascati? Far conoscere i Lazio, valorizzarne natura e architettura, far lavorare maestranze e artisti, artigiani e imprenditori è uno dei nostri obbiettivi. Così come la promozione di cinema e audiovisivo nel Lazio: quest’anno abbiamo premiato 79 progetti, un nuovo bando è aperto fino a fine mese. Sono tutti tasselli di un cammino settore”- ha detto ancora Ravera.

Fonte: LazioInnova