L’ormai famigerato beauty contest potrebbe essere sospeso nelle prossime ore. Sembra ormai definito l’orientamento del ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera.
Le frequenze tv non saranno più assegnate gratuitamente, ha detto Passera in un’intervista al Corriere della Sera di ieri, dove conferma che l’esecutivo sospenderà le concessioni gratuite.
“Confermo che non vedo ragioni per andare avanti con le concessioni gratuite, per regalare questi beni pubblici nel nuovo contesto tecnologico e di mercato”, ha sottolineato il ministro.

Sempre sul tema frequenze arrivano novità anche dall’emendamento al Codice delle comunicazioni elettroniche messo a punto sempre dal ministero per lo Sviluppo economico. Secondo quanto si apprende, verrà vietato il trading dei diritti d’uso delle frequenze, se il diritto a utilizzarle è stato acquisito inizialmente a titolo gratuito.

L’articolo14-ter sul «trasferimento o sull’affitto di diritti individuali d’uso delle Radiofrequenze» contierrà la non applicabilità della norma nel caso in cui i diritti individuali d’uso delle frequenze siano stati ottenuti a titolo gratuito.

Il testo dovrà essere trasferito all’interno della legge Comunitaria o diventare un decreto legislativo che dovrà ricevere il parere delle commissioni parlamentari competenti.

Fonte: rielaborazione APT da Key4biz