Il cosidetto beauty contest per i multiplex digitali potrebbe essere bloccato. Il rischio è legato al ricorso urgente, con richiesta di sospensiva della procedura, presentato da TI Media contro la commissione nominata dal Ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani.
In particolare viene contestata da TI Media l’ammissione della Rai ai lotti B1 e B2.
Secondo l’amministratore delegato di telecom Giovanni Stella stando al Contratto di servizio, la Tv pubblica possiede già 5 frequenze e in caso diventasse titolare di una sesta compirebbe un azione ‘categoricamente, espressamente e inappellabilmente’ vietata dalle disposizioni Ue.

I risultati del beauty contest erano previsti per la prima metà di dicembre, ma il ricorso pone tutta l’operazione in dubbio.

Fonte: rielaborazione APT da Key4biz<