Antitrust ha comminato una sanzione di 1,8 milioni di euro ad Auditel per abuso di posizione dominante.

Si legge in una nota dell’Autorità: “la societa’, che detiene una posizione dominante nel mercato della rilevazione degli ascolti televisivi in Italia, ha posto in essere tre abusi in grado di causare un pregiudizio significativo alle dinamiche competitive dei mercati della raccolta pubblicitaria su mezzo televisivo, dell’offerta dei servizi televisivi a pagamento e dell’offerta all’ingrosso di canali televisivi, avvantaggiando i suoi principali azionisti, Rai e Mediaset”.

In particolare Auditel avrebbe ostacolato, a partire dalla seconda metà del 2009 e fino al mese di ottobre 2010, la pubblicazione giornaliera dei dati di ascolto televisivi relativi a ciascun canale, distinti per ciascuna piattaforma di trasmissione (analogica, digitale, satellitare e Tv via internet), e ha poi ostacolato, dalla seconda metà del 2008 e fino al mese di gennaio 2010, la pubblicazione giornaliera dei dati relativi alla voce ‘altre digitali terrestri’. Infine, ha erroneamente attribuito i dati di ascolto rilevati nel panel, nella fase della loro elaborazione, anche alla popolazione non dotata di apparecchi televisivi, sovrastimando i dati rilevati.

Considerando che gli introiti pubblicitari derivano dai dati di ascolto, secondo l’Antitrust,  Auditel avrebbe deliberatamente frenato l’espansione delle tv non generaliste a favore delle tv generaliste, sue azioniste.

Fonte: rielaborazione APT da MF-DJ