E’ una condanna destinata ad avere lunghi strascichi, quella contenuta nel rapporto che l’Antitrust sta per pubblicare in merito alle rilevazioni dell’auditel.

Infatti due anni di indagini, seguenti ad un esposto di SKY,  avrebbero accertato comportamenti scorretti da parte dell’Auditel, volti a favorire Rai e Mediaset.
Secondo l’Antitrust, per quasi un anno – tra l’autunno 2009 e l’autunno 2010 – Auditel non ha pubblicato i dati per “ciascun canale e qualsiasi piattaforma televisiva”, limitandosi a riportare solo i dati della Tv. Un comportamento che ha danneggiato la Tv satellitare.
Così come ha danneggiato Sky la differente valutazione della base: per la Tv satellitare parliamo di persone che hanno la Tv e l’antenna adatta; per la TV generalista di tutta la popolazione italiana, anche di chi non ha il televisore. Un comportamento che ha portato a gonfiare il numero di spettatori di ciascun programma, a tutto vantaggio di Rai e Mediaset.
Ritorna quindi all’attenzione il conflitto di interessi che vede l’Auditel di proprietà di Rai per il 33% e di Mediaset per il 26,67%.

Fonte: rielaborazione APT da julienews.it