L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni si accingerebbe a varare, entro il 6 luglio, una delibera a tutela del diritto d’autore sulla rete che ha già scatenato le proteste del popolo di internet.
La delibera dell’Agcom permetterà una procedura veloce e amministrativa per rimuovere dalla rete i contenuti che violano il copyright. Secondo la delibera se il titolare dei diritti di un contenuto audiovisivo dovesse riscontrare una violazione di copyright su un qualunque sito può chiederne la rimozione al gestore. Che, «se la richiesta apparisse fondata», avrebbe 48 ore di tempo dalla ricezione per adempiere. Se ciò non dovesse avvenire, il richiedente potrebbe rivolgersi all’Authority che «effettuerebbe una breve verifica in contraddittorio con le parti da concludere entro cinque giorni», comunicandone l’avvio al gestore del sito o del servizio di hosting. E in caso di esito negativo, l’Agcom potrebbe disporre la rimozione dei contenuti pena forti sanzioni pecuniarie.
La nuova normativa imporrebbe anche l’oscuramento di siti colpevoli per renderli irraggiungibili dall’Italia in caso i server fossero piazzati all’estero.

Fonte: rielaborazione APT da fonti varie

Leave a reply