300 opere in concorso per il 65° Prix Italia
26 agosto 2013

300 opere in concorso per il 65° Prix Italia

Si scaldano i motori del 65° Prix Italia, ideato e diretto da Giovanna Milella, in calendario dal 21 al 26 settembre a Torino. Sono trecento le opere in concorso, che quest’anno si apre ai programmi di broadcaster non membri del Prix e di produttori indipendenti del Mediterraneo associati alla Copeam, che potranno vincere il Premio Speciale “Nutrire il Pianeta, energia per la vita” promosso con Expo Milano 2015. Quattro le new entry della Comunità Internazionale del Prix Italia: Discovery Italia, Sky Arte Hd, Hbo Europe, che partecipano al concorso televisivo, ed Euronews, che partecipa al concorso Web. I programmi saranno disponibili nella sezione on demand allestita nelle sale del centro Erasmo da Rotterdam dell’Università di Torino; nella stessa sede si potrà avere accesso alle novità tecnologiche della Direzione strategie tecnologiche e Centro Ricerche della Rai e di altri centri di ricerca. Tra gli appuntamenti previsti, “Il giornalismo nell’era multimediale” (con la presidente Rai Anna Maria Tarantola, il presidente di France Television, Rémy Pflimlin e il Presidente dell’Uer Jean-Paul Philippot), “Le serie televisive in Europa e nel Mondo” e la “Lecture” di Lord Pattern, presidente di Bbc (tema: “Il servizio pubblico radiotelevisivo nel XXI secolo: Rinascimento o declino?”). Durante questa edizione verrà inaugurato l’Archivio digitale condiviso del Prix Italia e verrano presentate le anteprime dei programmi Rai. I vincitori saranno premiati giovedì 26 settembre alle 16 nell’Aula Magna del palazzo dell’Università degli Studi di Torino; la cerimonia sarà introdotta da Dario Fo.

Fonte: e-duesse