Come è noto, il Piano di produzione fiction 2014 è stato recentemente approvato dal Consiglio di amministrazione della Rai.

La Direzione di Rai Fiction segnala che, tra i  progetti che lo completeranno, sta valutando l’opportunità di procedere allo sviluppo e alla realizzazione, già nel 2014, di una miniserie in due puntate da mandare in onda nel maggio del 2015 che possa ricordare il centenario dell’entrata in Italia nella prima guerra mondiale.

Si tratta di un tema evidentemente molto ampio, che può essere affrontato da diverse angolazioni e con differenti linguaggi, tematiche e ambientazioni;  la Direzione ne è consapevole e non vuole dare indicazioni precise sulla fisionomia del prodotto, pur sottolineando alcune caratteristiche del progetto che dovrà essere:

(i) Dotato dei requisiti di creatività e originalità e di un grado di compiutezza espressiva tale da renderlo comunque tutelabile ai sensi della vigente normativa in tema di diritto d’autore

(ii) Rispettoso dei diritti autoriali e della personalità di terzi

(iii) Mirato al pubblico della prima serata di Rai 1 e

(iv) Contenuto in un eventuale investimento di produzione a carico di Rai che non superi l’importo di 4 milioni di euro.

La Direzione di Rai Fiction è pronta a ricevere dalle società di produzione interessate a sviluppare questo tema una proposta, dettagliata in una presentazione-soggetto di circa 30 pagine, rispondente ai requisiti sopra descritti (di seguito “Proposta”), accompagnata dall’espresso impegno a non presentare a terzi la medesima proposta (come infra definito) e contenente, altresì, gli indirizzi (anche e-mail) ed i riferimenti/punti di contatto (anche e-mail) della società proponente.

Le proposte andranno inviate alla direzione di Rai Fiction all’indirizzo di posta elettronica rai fiction@rai.it entro e non oltre il 10 marzo 2014, affinché la Rai abbia a disposizione il tempo sufficiente per condurre le opportune valutazioni nel rispetto delle proprie esigenze produttive, artistiche ed editoriali. Eventuali richieste di chiarimenti potranno essere indirizzate al medesimo riferimento di posta elettronica entro il 28 febbraio 2014.

Ove Rai ritenga, a suo insindacabile giudizio, una o più Proposte di proprio interesse, ne darà comunicazione alle relative società proponenti nel termine di 90 (novanta) giorni dalla ricezione (il “Termine”), a mezzo comunicazione scritta da inviarsi, anche solo via e-mail, senza particolari formalità, presso l’indirizzo dello specifico punto di contatto indicato a tal fine nella Proposta. Decorso il predetto termine in assenza della dichiarazione di intenti da parte della Rai, la società proponente sarà libera di proporre a terzi il progetto di cui alla Proposta.

Le dichiarazioni di interesse di Rai di cui sopra non avranno valore vincolante in capo a quest’ultima, ma attesteranno esclusivamente l’interesse di Rai ad aprire con la società proponente un tavolo di confronto, su base non esclusiva, volto ad individuare l’effettiva sussistenza o meno delle condizioni, di reciproco interesse, per lo sviluppo del progetto di cui alla Proposta e/o per la sua eventuale realizzazione.

La presente comunicazione ha come finalità esclusiva quella di acquisire le eventuali manifestazioni di interesse delle società di produzione, non costituendo la stessa offerta al pubblico ai sensi dell’art. 1336 del Codice Civile né invito ad offrire né, in alcun modo, dando essa inizio ad un concorso e/o ad una procedura di gara per l’affidamento.

Pertanto:

(i) Le Proposte saranno valutate da Rai con la più ampia autonomia e discrezionalità, anche in considerazione del rilievo artistico e sociale della miniserie in oggetto e della conseguente peculiarità di ogni progetto/Proposta ad essa relativo;

(ii) L’invio delle Proposte da parte degli associati e/o l’invio della dichiarazione d’intenti da parte Rai non determinano l’instaurazione di alcun rapporto giuridico con Rai e/o con società del gruppo Rai  (come infra definito) e neppure alcuna situazione, anche mediata, di affidamento, costituendo esse esclusivamente il presupposto di fatto per l’eventuale apertura del tavolo di confronto qui citato;

(iii) Non saranno costituite da Rai e/o da altre società del Gruppo Rai (come infra definito) graduatorie e/o classificazioni né si procederà all’attribuzione di punteggi;

(iv) Rai si riserva la facoltà di modificare i termini, sospendere ed interrompere in ogni momento, senza preavviso le procedure avviate, ovvero di recedere in ogni momento dalle trattative eventualmente instaurate, qualunque sia il grado di avanzamento delle stesse, senza che per ciò i proponenti possano avanzare nei confronti di Rai alcuna pretesa a titolo risarcitorio o di indennizzo;

(v) Rai si riserva la possibilità di non procedere allo sviluppo dei progetti presentati e/o alla realizzazione degli stessi e/o di valutare anche progetti presentati da soggetti estranei alla presente indagine;

(vi) Nessuna responsabilità, ad alcun titolo, neppure a responsabilità pre e/o extracontrattuale, potrà essere addebitata a Rai e/o a società del Gruppo Rai (come infra definito) a fronte di quanto sopra;

(vii) L’invio delle Proposte da parte degli associati e/o l’invio della dichiarazione di intenti da parte di Rai saranno regolati dalla legge italiana e per ogni eventuale controversia ad essi attinente sarà competente, in via esclusiva, il Foro di Roma.

Le proposte che Rai Fiction potrà ricevere verranno trattate, come di consueto, con riservatezza. Rai Fiction non acquisirà alcun diritto di utilizzazione se non sul progetto che potrà essere eventualmente scelto da Rai all’esito delle insindacabili valutazioni sopra citate.

Rai Fiction ritiene che questo iter procedendi, volto all’individuazione di possibili progetti relativi a un tema specifico possa essere uno strumento utile a favorire, in modo trasparente, il talento di produttori e autori. Se questa esperienza, come auspica la Direzione di Rai Fiction, si rivelerà positiva, potrà essere applicata anche in altre occasioni.

Ai sensi dell’art. 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003 recante “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito Codice Privacy), si informa che:

(a) i dati che saranno forniti nell’ambito delle Proposte verranno utilizzati esclusivamente ai fini della valutazione delle Proposte stesse e/o del loro eventuale successivo sviluppo/realizzazione;

(b) i predetti dati potranno essere trattati da Rai e/o da altre società del gruppo Rai, determinato ai sensi e per gli effetti dell’art. 2359 del Codice Civile nonché da considerarsi comprensivo anche delle consociate e/o partecipate , direttamente e/o indirettamente (di seguito complessivamente “Gruppo Rai”), con sistemi elettronici e/o manuali, in modo da garantirne comunque la sicurezza e la riservatezza, in conformità al Codice Privacy e ai regolamenti interni;

(c) i predetti dati potranno essere comunicati:

(i) al personale di Rai e/o delle altre società dal gruppo Rai coinvolto nel processo di ricezione, gestione, valutazione e selezione delle Proposte;

(ii) a collaboratori autonomi, professionisti e/o consulenti che prestino attività di consulenza/assistenza a Rai e/o a società del Gruppo Rai nell’ambito del processo descritto sub precedente punto (i) e/o per studi di settore e/o finalità statistiche.

Con l’invio del relativo progetto, il soggetto proponente esprime il proprio assenso al predetto trattamento.

Al proponente spettano i diritti di cui all’art.7 del Codice Privacy.

Il Titolare del trattamento è Rai Radiotelevisione Italiana S.p.A., con sede legale in Roma, Viale Mazzini n. 14.