MIA (Mercato Internazionale dell’Audiovisivo) si svolgerà a Roma dal 17 al 21 ottobre e come già l’anno scorso verrà ospitato dalle quattro location – Palazzo Barberini, Hotel Bernini Bristol, Cinema Barberini e Cinema Quattro Fontane – che fanno parte parte del ‘distretto Barberini’. L’evento è stato presentato questa mattina a Roma nella Sala dei Marmi di Palazzo Barberini, alla presenza della ‘governance’ istituzionale che da alcuni anni è impegnata a rafforzare e far crescere il settore industriale dell’audiovisivo e che ha voluto far divenire il MIA il volano dello sviluppo e dell’internazionalizzazione dell’intero comparto.

A fianco di Lucia Milazzotto, Direttore Editoriale del mercato romano e di Francesco Rutelli e Giancarlo Leone, i Presidenti delle Anica e Apt a cui fa capo l’ideazione e l’organizzazione del progetto, sono intervenuti anche Nicola Borelli, direttore generale Cinema del Mibact, che ha sostituito la sottosegretaria Lucia Borgonzoni trattenuta da altri impegni, l’avv. Marco Bellezza, il Consigliere Giuridico del Vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio per le comunicazioni e l’innovazione digitale, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, e Maria Ines Aronadio, il Direttore Ufficio Coordinamento e Promozione Made In Italy dell’Ice.

In sala presente un ampio parterre di addetti ai lavori. Tra loro molti produttori, come Fulvio Lucisano, fondatore di Italian International Film, che oggi compie 90 anni; a ancora Tinni Andreatta, direttore di Rai Fiction, Giampaolo Letta, Amministratore Delegato di Medusa Fila, Andrea Occhipinti, produttore e distributore di Lucky Red, che fino a una settimana fa era presidente dei distributori di Anica, e il presidente della Roma Lazio Film Commision, Luciano Sovena.

Dopo il risultato molto positivo della edizione scorsa, il Mia punta a far sempre meglio e proporre una sempre più ampia e qualificata offerta di contenuti in anteprima di cinema fiction e documentari per poter essere il crocevia degli scambi tra l’industria italiana e l’industria internazionale, a partire dal fatto che in questa nuova edizione parteciperanno almeno 1800 operatori da 50 paesi: buyer creativi produttori autori e figure di primo piano del mondo del broadcasting.

Il ‘Content Showcase’ dedicato al prodotto nuovo e nuovissimo che è uno dei pezzi forti del Mia si rafforza quest’anno con oltre 125 proiezioni di film dell’autunno 2018 per i circa 400 buyer da tutto il mondo e quattro vetrine di anticipazioni esclusive di film, serie e documentari in preparazione, mentre ‘What’s Next Italy’, altro appuntamento molto atteso dai compratori internazionali, alzerà un velo sui nuovi film italiani in preparazione, da ‘Se ti abbraccio non aver paura’ di Gabriele Salvatores a ‘Freak out’ di Gabriele Mainetti.

Tra le novità di questa edizione ‘Greenlit’, esclusivamente riservato alla fiction italiana, dove i produttori presenteranno alcune serie di alto standard in lavorazione o in arrivo come ‘Il nome della Rosa’, ‘I Diavoli’, ‘L’’Amica Geniale’. E’ stata anche completamente ripensata e riorganizzata la sezione dedicata al Documentario che tra i tanti ospiti porterà ad ottobre a Roma Diego Bunuel, il responsabile europeo dei documentari di Netflix.

Ancora e più di sempre quest’anno il Mia insieme al ‘Co-production Market’ e al ‘Pitching Forum’ e agli incontri one to one, sarà un luogo di confronto, scambi di idee, messa a punto di accordi, offrendo anche momenti di riflessioni e analisi sulle nuove tendenze: molto atteso il Focus sul mercato inglese, quello che in Europa è avanti a tutti.

Fonte: Prima Comunicazione