Si è svolta oggi, lunedì 9 luglio, la presentazione del Fondo 2018-2020 della Apulia Film Commission. Sono intervenuti in conferenza stampa, tra gli altri, Antonio Parente, Direttore Generale della Fondazione Apulia Film Commission, Daniele Basilio, Responsabile Ufficio Produzioni Film Fund e Roberto Corciulo, Film Fund Manager.

La Fondazione Apulia Film Commission (AFC) nasce nel 2007 e supporta l’intera filiera dell’industria audiovisiva attraverso:

– Servizi gratuiti alle produzioni;

– Film Fund;

– Rete di Festival;

– Forum di Coproduzione – con i quali seleziona 10 progetti italiani e 10 internazionali al fine di trovare loro dei possibili coproduttori e/o finanziatori;

– Progetto Memoria;

– Circuito d’Autore;

– Cineporti di Puglia;

– Mediateca Regionale Pugliese;

– Programmi di Training per Professionisti.

Tra il 2007 e il 2017 l’Apulia Film Commission ha ricevuto 452 progetti di cui 266 sono stati finanziati per un totale di 19 milioni di euro di fondo utilizzati per le produzioni.

Nel 2017 i progetti finanziati sono stati 41 di cui: 12 feature films, 4 TV movies, 3 short movies, 1 TV serie, 2 Videoclip, 7 Documentaries, 2 Commercial e 10 TV format.

La AFC assiste le produzioni audiovisive dalla fase di sviluppo sino alla postproduzione attraverso servizi gratuiti quali:

– Studio di fattibilità;

– Photo Scouting;

– Location Scouting;

– Ricerche sul territorio;

– Disbrigo pratiche e permessi;

– Intermediazione istituzionale;

– Recruitment personale e fornitori;

– Uffici per le produzioni;

– Sale Casting.

La dotazione finanziaria dell’Apulia Film Fund è passata dai 3 mln di euro del 2016, ai 5 mln di euro del 2017 fino ad arrivare ai 10 mln di euro stanziati per il biennio 2018-2020. Nel 2016 sono state 42 le domande pervenute e 20 i progetti finanziati, nel 2017, a fronte di 77 domande sono stati finanziati invece 52 progetti.

L’Apulia Film Fund si rivolge a imprese con codice ATECO 59.11, che siano produttori unici o coproduttori dell’opera audiovisiva o che abbiano un contratto di coproduzione esecutiva con la società di produzione dell’opera. Possono essere presentati progetti di fiction, doc, short, animazione e format, l’unico obbligo stabilito sono le soglie minime di lavorazione in Puglia: 6 giorni per fiction, documentari e animazione e 2 giorni per short e format.

Per quanto riguarda le modalità di rimborso esistono due tipologie di cash rebate:

– Personale: 75% dell’importo netto della busta paga o dell’imponibile della fattura;

– Fornitori (% delle spese in favore di fornitori con residenza fiscale in Puglia):

  • Fiction: 30% (nel 2017 la percentuale era variabile)
  • Doc: 50% (nel 2017 à 40%)
  • Short: 70%
  • Animazione: 50% (nel 2017 la percentuale era variabile)
  • Format: 30% (nel 2017 à 25%).

Tra le principali novità del Fondo:

– Ammissibilità delle buste paga per tutto il periodo di lavorazione, anche fuori dalla Puglia;

– Ammissibilità delle diarie pugliesi;

– 10 mln di euro di dotazione complessiva;

– innalzamento dei massimali a:

  • Fiction: 1 mln di euro
  • Doc: 100 mila euro
  • Short: 40 mila euro

– inserimento della puntata pilota per la categoria Short;

– inserimento premialità +5 se coproduzione internazionale;

– certezza dell’erogazione del contributo entro 90 gg dalla presentazione della domanda di pagamento.