Andrea Scrosati, executive vice president programming Cinema,Entertainment, news & partner Channels di Sky, lascia la pay tv dopo 11 anni e passa, a fine ottobre,  in Fremantle nella posizione di Group chief operating officer. La pay tv fa sapere che nelle prossime settimane verrà comunicato il sostituto.

Nel nuovo incarico Scrosati lavorerà a Londra mantenendo la carica di presidente di Vision Distribution, la joint venture di distribuzione  cinematografica fondata nel 2016 tra Sky Italia e cinque produttori indipendenti italiani tra cui Wildside.

In Freemantle Scrosati  succederà a Sangeeta Desai (che ha deciso nei mesi scorsi di dimettersi dal ruolo di Coo e Ceo Emerging Markets dopo oltre cinque anni in quella  posizione.) riportando a Jennifer Mullin, Group ceo di Fremantle.  A Scrosati riporteranno una serie di funzioni di gruppo tra cui Strategy, M&A, Legal e Business Affairs.  Inoltre riporteranno a lui le attività di Fremantle in Sud Europa (Italia, Spagna, Francia, Portogallo) quelle in Brasile, Messico, Israele e le attività della scripted label inglese Euston Films.
Andrea sarà membro del Fremantle’s global operating board e del comitato investimenti e Chairman
delle seguenti aziende di produzione del gruppo: Wildside (Italy), Miso Film (Scandinavia), Abot Hameiri (Israele) e membro del board di Kwai e Fontaram in Francia.
Scrosati, spiega una nota, avrà anche la responsabilità di business e operativa sull’esecuzione e lo sviluppo del global  scripted plan di Fremantle, occupandosi di verificare e garantire che i progetti di serie che arrivano al greenlight siano adeguatamente finanziati e strutturati, lavorando a stretto contatto con Sarah Doole, Fremantle’s Director of Global Drama, e Jens Richter, CEO, International, durante la fase dello sviluppo, del finanziamento e della pre-produzione.

Jennifer Mullin, Group CEO, Fremantle, ha dichiarato: “Non potrei essere più emozionata di accogliere Andrea a Fremantle. La sua profonda conoscenza delle audience, la sua visione globale, il suo coraggio nel prendere quei rischi che fanno la differenza, e il suo acume creativo e commerciale che lo posiziona ai vertici mondiali del settore saranno di inestimabile valore per il nostro ambizioso piano di crescita”.

Jennifer ha anche dichiarato: “Voglio anche ringraziare Sangeeta per il suo lavoro durante gli scorsi cinque anni. E’ stata cruciale nel percorso di crescita di Fremantle’s nel segmento delle serie TV più sofisticate, nei nostri investimenti più strategici e per la nostra costante crescita globale, ci mancherà molto.”

Andrea Scrosati, prossimo Group COO di Fremantle, ha dichiarato: “Non c’è mai stato un periodo più straordinario per l’industria globale creativa e dei contenuti, e non vi è dubbio che Fremantle è la realtà che sta guidando questa fase da protagonista: sostenendo e investendo sui migliori talenti in tutto il mondo, innovando e prendendosi i giusti rischi, unendo sempre un focus locale con una visione globale. Ho vissuto undici anni bellissimi a Sky Italia, dove ho potuto realizzare risultati unici grazie ad un team straordinario e un’azienda fantastica, a cui non smetterò mai di essere grato per l’opportunità che mi ha dato di sperimentare. Oggi guardo all’inizio di questa nuova avventura con grande emozione, e non vedo l’ora di lavorare a Fremantle con Jennifer e con i migliori talenti dell’industria globale”.

“Andrea è stato, nei suoi anni trascorsi in Sky, uno degli executive più importanti nella crescita della nostra azienda ed un collega di grandissimo valore”, ha commentato l’amministratore delegato di Sky Italia, Andrea Zappia, parlando di Scrosati come in grado di dare “un’impronta vincente ai nostri programmi di intrattenimento e cinema e supportato la crescita e la trasformazione di Sky TG24, definendo un mondo di contenuti televisivi solo nostro e, per questo, unico, distintivo e di grande successo”. “Oggi siamo più attrezzati che mai per offrire ai nostri clienti programmi e innovazione sempre migliori e far crescere la nostra azienda”. “Andrea lascia un team di grande qualità, che sono sicuro affronterà il futuro con la stessa passione ed energia innovativa che hanno caratterizzato il suo modo di lavorare, e che ha sempre trasmesso a tutte le persone con cui ha collaborato. Sono certo che questa sua eredità continuerà a garantire la forza dei nostri programmi”, ha detto ancora Zappia, ringraziando il manager per il lavoro svolto.

Fonte: Primaonline