admin

Annullato il CDA Rai del 9 giugno

Il CDA Rai che si sarebbe dovuto tenere ieri pomeriggio è stato annullato per mancanza di numero legale. Il DG Lorenza Lei ha potuto solo constatare l’assenza dei cinque consiglieri Rai espressi dalla maggioranza di Governo e dichiarare annullata la seduta che è stata rinviata a lunedì 13 giugno alle 11,30 con lo stesso ordine del giorno. Si tratta di un ennesimo slittamento per l’approvazione definitiva del palinsesto autunnale e per le nuove nomine dirigenziali. Fonte: rielaborazione APT da fonti varie (Corriere della Sera,...

Read More

Il World Copyright Summit 2011

Si  è svolto a Bruxelles tra il 7 e l’8 giugno il World Copyright Summit 2011. Create, Connect, Rispect, l’evento internazionale riguardante lo stato dell’arte del diritto d’autore nell’era del web e del digitale. Al summit organizzato dal CISAC (International Confederation of Societies of Authors and Composers) hanno partecipato 700 rappresentanti di 332 imprese e organizzazioni di 57 paesi con 36 sessioni di lavoro e 131 relatori. Il Presidente della Cisac Robin Gibb nel suo discorso di chiusura ha espresso la sua felicità per la buona riuscita dell’evento e il suo ottimismo sul futuro del diritto d’autore, ricordando con favore la dichiarazione della Commissione europea che ritiene la proprietà intellettuale “nelle sue differenti forme e aspetti un punto chiave dell’economia europea”. Gibb ha aggiunto che il futuro dell’industria creativa può essere positivo “se coloro che controllano, licenziano e utilizzano i nostri diritti cominceranno ad adottare una strategia a lungo termine. Andare in cerca di vantaggi commerciali individuali a breve termine non costruisce un modello sostenibile che assicuri un futuro sano alla creazione”. Le Direttive europee non possono risolvere tutti i problemi per la cui soluzione devono impegnarsi tutti gli attori sociali fra cui anche “le società di autori e i loro membri che devono cooperare per aumentare l’efficienza e diminuire i costi”. Fonte: rielaborazione APT da...

Read More

La campagna francese per il diritto d’autore su interne

“La produzione di domani si difende oggi” questo lo slogan della campagna che la francese Hadopi (Haute Autorité pour la diffusion des oeuvres et la protection des droits sur l’Internet),  è in procinto di  lanciare in difesa del diritto d’autore e  in promozione dell’offerta legale di contenuti su internet. Per questa operazione, che partirà il 13 giugno e durerà un mese, sono stati stanziati 3 milioni di euro che verranno investiti in spot su Tv e radio, manifesti, stampa e web. Rispetto alle aggressive campagne viste in questi anni che proponevano il modello scaricare=rubare la campagna dell’Hadopi tenterà una nuova strada: “la nostra idea – ha detto in una nota l’Alta Autorità per la diffusione delle opere e la protezione dei diritti su internet– non è di colpevolizzare, penalizzare, stigmatizzare, ma di proiettarsi nel futuro, spiegare che navigando in modo responsabile si fa la scelta di difendere la possibilità per i creatori di continuare ad esercitare la loro arte”. La campagna presenterà l’“Hadopi Pur”, un marchio di colore blu che sarà assegnato ai siti che offrono servizi legali e che hanno presentato la richiesta proprio all’organo istituto dalla legge francese nell’azione di contrasto alla pirateria. Un sito (www.pur.fr) illustrerà le diverse offerte, i contenuti, le modalità di accesso e comprenderà una parte editoriale dedicata alle evoluzioni e tendenze dell’offerta legale. Fonte: rielaborazione APT da...

Read More

Stagione televisiva 2010-2011. Il bilancio Auditel.

Finita la stagione televisiva è il momento di tracciare il bilancio dal punto di vista degli ascolti per Rai, Mediaset e La7. Nonostante da una parte e dall’altra si canti vittoria, internet, la Pay Tv e le nuove tecnologie hanno continuato ad erodere il patrimonio di telespettatori generalista. Rai1, grazie ad un target più adulto e meno sensibile alle novità del digitale e del satellite, si mantiene appena sopra il 20% (20.02%), perdendo però oltre un punto di share rispetto alla stagione precedente. Le cose sono andate peggio a Canale5 che in media scende ad un preoccupante 18.15%, con un calo di oltre due punti in meno rispetto alla stagione 2009-2010. In leggera flessione anche Rai2, al terzo posto, con una media dell’8.82%. In controtendenza Rai3 che guadagna un punto di share (8,79%) e si piazza al quarto posto scavalcando Italia1, ferma al quinto posto con una media dell’8.44%. Il calo generale delle reti Mediaset coinvolge anche Rete4 che termina la stagione sotto la soglia del 7% (6.92%). Il boom lo fa registrare invece La7 che, pur rimanendo la settima rete italiana in termini di ascolti, raggiunge un ottimo 3.45%, e corona una stagione record, iniziata ad agosto con l’arrivo di Enrico Mentana alla guida del TGLA7. Il podio dei programmi più visti è tutto targato Rai, e vede al primo posto il Festival di Sanremo con 11.5 milioni...

Read More

In crescita costante la Rai online

Ottimi risultati nel mese di maggio per la Rai sul web. Sono notevoli i numeri del portale di Rai.tv che ha fatto registrare 9mln di utenti unici con 137mln di pagine viste e con una crescita di contatti del 49% In particolare il sito viene molto utilizzato per le dirette e la tv in modalità catch-up con la programmazione dell’ultima settimana. Buoni risultati anche per l’informazione, che registra 39mln di pagine viste (+28% su aprile 2011 e +29% su maggio 2010) e 3,8mln di utenti unici (+33% su aprile 2011 e +29% su maggio 2010). Con un particolare successo per Rai Sport che in occasione del “Giro d’Italia” ha fatto il pieno di contatti. Fonte: rielaborazione APT da...

Read More