admin

Sky lavora con Saviano alla serie Gheddafi

Sky Italia sta sviluppando Gheddafi, un progetto Palomar co-prodotto e distribuito internazionalmente da Entertainment One (eOne). La serie, una nuova produzione originale, sarà basata sulla vita di Muammar Gheddafi, le vicende legate alla sua epoca e il suo impatto sul mondo moderno. Gheddafi è scritta e creata da Roberto Saviano in collaborazione con Nadav Schirman (The Green Prince) e Clive Bradley (Trapped, City of Vice), che recentemente si è unito al team di scrittura. Una serie evento epica, narrata da diversi punti di vista, che racconta la vita di una delle figure più prominenti e discusse degli ultimi sessanta anni, il dittatore libico Muammar Gheddafi, la sua incredibile parabola di vita e come la sua dittatura abbia influenzato il mondo circostante. La serie traccerà il percorso di Gheddafi da beduino idealista figlio del deserto a spietato dittatore con a disposizione risorse pressoché illimitate, provenienti da uno dei più ricchi giacimenti petroliferi del mondo. Fonte:...

Read More

L’altro giallo di Camilleri: «Un western alla siciliana che spiega i mali d’Italia»

“Per favore non chiamatemi maestro. Sciascia accettava l’epiteto perché era stato maestro elementare. Ma io…”. Ritroso quanto compiaciuto, Andrea Camilleri si gode la rara apparizione pubblica, circondato dalla deferenza generale e fumando come un turco (senza che nessuno osi fargli notare che è vietato). L’occasione è di quelle speciali: si presenta in Rai ‘La mossa del cavallo’, il film tv (lunedì 26 su Raiuno) che per la prima volta traduce in immagini “l’altra faccia” del papà di Montalbano: i gialli storici. E l’esordio è tale che, col candore del novantunenne, lo scrittore si confessa “preoccupato. Già il consenso universale...

Read More

Riondino, io in western Vigata 1877

Un giallo grottesco e pieno di sorprese che ci restituisce personaggi, situazioni, colori e umori caratteristici della Sicilia post-risorgimentale. “La mossa del cavallo – C’era una volta Vigata”, tratto dall’omonimo romanzo storico di Andrea Camilleri (Sellerio) per la regia di Gianluca Maria Tavarelli, produzione Palomar in collaborazione con Rai Fiction, andrà in onda lunedì 26 febbraio su Rai1. Protagonista Michele Riondino che, smessi i panni del giovane Montalbano – nelle due serie tv nate sempre dalla geniale fantasia di Camilleri e con lo stesso Tavarelli alla regia – veste ora quelli ottocenteschi del giovane e intransigente “ispettore ai mulini” Giovanni Bovara. “Nato a Vigata, ma sempre vissuto a Genova – l’ispettore è stato inviato nel territorio di Montelusa per investigare sull’applicazione dell’imposta sul macinato che sta provocando episodi di corruzione e strane morti tra i funzionari”. Tavarelli: “allora la Sicilia era per l’Italia una sorta di Far West, una terra di nessuno”. Fonte:...

Read More

Record di ascolti: quasi 11 milioni per Montalbano

‘Amore’, il secondo episodio inedito del Commissario Montalbano ha realizzato lunedì 19 febbraio su Raiuno ancora una cifra record negli ascolti: 10 milioni 816 mila con il 42,8% di share. Entra così nella top five dei più visti della serie, risultando il terzo episodio più visto di sempre in termini di share con il 42.8 e il quarto in termini assoluti. La giostra degli scambi, il primo dei due episodi 2018 inediti, trasmesso il 13 febbraio, è il più visto di sempre con 11 milioni 386.000 mila (45.1%). Il 26 febbraio intanto su Rai1 debutta La mossa del cavallo,...

Read More

Le canzoni, il commissario e il prete-detective: share stellari per Rai 1

Dieci giorni d’oro per la Rai e la prima rete in particolare. Infilate in sequenza dopo la conclusione del Festival di Sanremo, prime serate dagli share stellari che gonfiano i forzieri della tv pubblica con risorse pubblicitarie: anche dopo la fine del «Baglioni show», infatti, Rai tiene una media in prima serata di quasi i 125% di share, distaccando di nove punti Canale 5 (al 16%) e, soprattutto, tagliando gli ascolti delle generaliste minori (5% per Raia, 3,3% per Rete4), con qualche eccezione (La7 raccoglie un ottimo 5% con una programmazione del tutto complementare, dedicata all’informazione e all’approfondimento). Sull’onda del Festival nazionale e popolare, vola innanzitutto «II Commissario Montalbano», con n. 386.000 spettatori e i 145% di share: sono dati da grande evento, e si spiegano solamente a partire dalla straordinaria trasversalità della fiction interpretata da Luca Zingaretti (il Commissario trionfa in particolare fra le donne, col 48% di share e raccoglie ascolti record sia fra gli adulti che fra i ventenni). Nei due giorni successivi, un’altra fiction fa il pieno: Fabrizio De André. Principe libero raccoglie una media di 6.193.000 spettatori, e il 24,9% di share. II biopic dedicato al grande cantautore genovese vince ancora sul pubblico femminile (28,4% di share, contro il 20,7% di share fra gli uomini), sugli adulti (in particolare i cinquantenni, col 32% di share), e sugli spettatori con alti livelli di istruzione (32,6%...

Read More