admin

La Vigilanza pressa: subito il presidente Rai

Oggi alle 16 Consiglio di Amministrazione Rai, riunione difficilissima. All’ordine del giorno nomina del Presidente più varie ed eventuali. La nomina è stata richiesta ieri dal Presidente della commissione di Vigilanza, Alberto Barachini, con una lettera al cda Rai inviata dopo un voto all’unanimità dell’ufficio di presidenza: “Si ricorda l’urgenza e si sollecita l’adozione della nuova delibera di nomina del presidente”. Con una sottigliezza diplomatica, per raggiungere l’unanimità, si parla di “nuova delibera” e non di “nuovo presidente”, in modo da non chiudere formalmente la strada a una rielezione di Foa. Ma ieri, al settimo piano di viale Mazzini,...

Read More

21st Century Fox presenta la sua offerta formale a Sky

Nella corsa contro Comcast, 21st Century Fox ha presentato la sua offerta formale per completare l’acquisizione di Sky, di cui detiene il 39%. L’offerta vale 14 sterline per ogni azione della pay tv,per un totale di 24,5mld di sterline (circa 27,4mld di euro). Un comitato indipendente darà la sua valutazione entro 14 giorni. L’offerta deve essere accettata dal 75% degli azionisti Sky. Comcast ha offerto 14,75 sterline per azione. 14 sterline per azione è la cifra imposta dall’Uk Takeover Panel a Disney nel caso dovesse farsi carico dell’acquisto della pay tv (se Sky, Comcast o un altro operatore non dovessero acquisirla). Fonte:...

Read More

Verso il lancio di Huawei Video

La notizia è riportata sul dorso L’Economia del Corriere della Sera di oggi. Huawei si appresta a lanciare per l’autunno un servizio di video on demand da guardare dopo aver scaricato l’app su smarthone e tablet del gruppo cinese. Si chiamerà Huwei Video e permetterà di vedere film, serie Tv e news al prezzo di 4,99 euro al mese. Secondo quanto dichiarato al Corriere da Thomas Miao, Country Manager Italia, non si tratterebbe di una nuova Netflix perché Huawei Video non produrrà contenuti ma cercherà partner che li forniscano. Fonte:...

Read More

Dylan Dog adesso diventa una serie tv

La globalizzazione dell’editore Sergio Bonelli, noto anche per il fumetto Dylan Dog, non è cosa nuova: già nel 2011 Dylan Dog: Dead of Night, adattamento cinematografico firmato dalla produzione hollywoodiana Hyde Park, ebbe un certo successo al botteghino. Adesso, però, la ‘Bonelli Entertainment’, branca editoriale dedicata all’espansione dell’universo dylandoghiano nel cinema, prende atto della potenza dello streaming e lancia una serie tv, che guarda agli ottimi risultati di serie come Gomorra o The Young Pope. “Una delle nostre priorità è quella di sviluppare nuovi modi espressivi, per consentire alla gente d’entrare in contatto con uno dei nostri personaggi più popolari e iconici. Stiamo investendo e creando spettacoli di alta qualità, inclusa la nuova serie ‘Dylan Dog’ “, dichiara Davide Bonelli. In concreto, si tratta di una decina di episodi «live action», basati sul celebre investigatore del paranormale creato da Sclavi. Stando al direttore responsabile della Bonelli, Michele Masiero, la serie televisiva verrà concepita in previsione di alcuni spinoff, lavorando su scelte narrative «che potranno essere pubblicate sia su carta che sullo schermo». Dylan Dog formato piccolo schermo è soltanto il capofila dei progetti che bollono in pentola: Nathan Neuer, Dampyr, Mister No, Martin Mystère, Dragonero (in zona Rai) e il Confine approderanno sul piccolo e sul grande schermo. E resta l’intenzione di dar vita a un mondo nel quale i diversi personaggi dei vari franchise possano interagire. Così, il personaggio...

Read More