Primo piano

In tv il cinema italiano ora ha il posto in prima fila

Film, fiction, cartoni animati, documentari italiani ed europei guadagnano finalmente un posto in prima fila in tv. Le quote di programmazione e di investimenti nel settore aumentano e così le sanzioni per chi non dovesse adeguarsi alla nuova normativa. Dopo i mugugni e le contrapposizioni, il Consiglio dei Ministri ha approvato ieri il decreto legislativo che impone ai canali tv (compresi Netflix, Amazon e altri operatori del web) regole precise sulla messa in onda di opere made in Italy. Per il 2018 è prevista una moratoria, ma, a partire dal 2019, uno spazio del prime-time (fascia oraria 18-23) dovrà...

Read More

Mibact al lavoro sul decreto quote

La lettera dei gruppi televisivi al ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, per protestare contro il decreto legislativo di modifica delle quote di investimento obbligatorio dei broadcaster in opere europee di produttori indipendenti (si veda qui), un effetto immediato lo ha sortito. Ieri nel pomeriggio, infatti, c’è stata una riunione tecnica fra gli uffici dei gruppi televisivi e i tecnici di Mibact, Mise e presidenza del Consiglio.  Sono stati esaminati vari aspetti del decreto legislativo che, in applicazione della legge Franceschini su cinema e audiovisivo, è chiamato a modificare l’articolo 44 del Tusmar. Insieme c’è anche la modifica dell’articolo...

Read More

Emmy Awards 2017. Trionfano The Handmaid’s tale e Big litte lies.

The Handmaid’s Tale è il grande vincitore di questa 69/a edizione degli Emmy Awards i premi che ogni anno a settembre decretano il meglio della produzione del piccolo schermo, che sempre più filo da torcere sta dando al mondo delle grandi produzioni cinematografiche. Delusione per l’Italia: The Young Pope, la miniserie di Paolo Sorrentino (andata in onda su Sky Atlantic) candidata per la migliore fotografia e per il design non ha vinto nessuno dei premi a cui era candidato. The Handmaid’s Tale, il racconto distopico prodotto da Hulu, una delle ormai numerose piattaforme digitali che hanno moltiplicato quantità e...

Read More

Franceschini vuole aiutare i produttori di fiction

E’ pronto il progetto del decreto per la revisione dell’articolo 44 del Tusmar che il ministro Dario Franceschini voleva portare in Consiglio dei ministri già domani, venerdì. Il testo però ha provocato fortissime reazioni per la proposta inaspettata e clamorosa di Franceschini di arrivare nell’arco di due anni a un raddoppio delle attuali quote di investimento obbligatorio in opere europee e italiane a carico dei gruppi televisivi. Per le emittenti commerciali significa un aumento della percentuale sul fatturato dall’attuale 10% al 15% nel 2018 e al 20% entro il 2019. La Rai dall’attuale 15% cresce al 20% per raddoppiare...

Read More

Il sogno di milano: diventare capitale dell’audiovisivo

Che cosa meglio di Roma? Si chiedeva Ovidio nel primo secolo dopo Cristo. La risposta, oggi, potrebbe essere semplice. Soprattutto per chi lavora nel mondo dell’audiovisivo: Milano. Può sembrare una provocazione, vista la tradizione cinematografica romana (Cinecittà in primis), ma alcuni segnali stanno portando verso il capoluogo lombardo. L’ultimo in ordine di tempo, è l’indiscrezione che vede la Rai intenzionata a rafforzare la propria presenza a Milano, spostando parte della produzione. La tv di Stato starebbe cercando una seconda sede (verosimilmente al Portello, in zona Fiera) oltre alla storica vicino a corso Sempione. L’eventuale trasloco Rai seguirebbe quello di...

Read More