News

Le fiction dell’autunno Mediase

Sul palco della Mediaset Night – tradizionale serata-spettacolo di presentazione dei palinsesti- ieri il vice presidente dell’azienda di Cologno Monzese, Pier Silvio Berlusconi, ha annunciato i palinsesti dei canali Mediaset per l’autunno 2011. Sul fronte fiction molti i titoli in programma prodotti da soci APT: da Faccia d’angelo della Goodtime, a I cerchi nell’acqua prodotta dalla Palomar, dalla nuova serie di Anna e i cinque prodotta da Magnolia a Distretto di polizia 11 e Ultimo 4 entrambe prodotte dalla Taodue. Fonte: rielaborazione APT da fonti...

Read More

Manovra: anche la RAI chiamata al risparmio

La Rai dovrà fornire un servizio “sulla base di principi di efficienza, efficacia ed economicità, attraverso misure annualmente adottate dalla società concessionaria e finalizzate alla razionalizzazione della gestione del servizio pubblico”. E’ quanto prevede la bozza della manovra finanziaria, presentata dal Ministro Tremonti nei giorni scorsi. Ancora più importanti sono le indicazioni economiche per la stipula del contratto di servizio nazionale con l’Autorità: “In ogni caso l’importo pari ai ricavi derivanti dal gettito del canone dell’anno precedente costituisce il limite massimo di spesa per la stipula del contratto”. La bozza di manovra sarà oggi – ore 15:00 – all’esame del Consiglio dei Ministri. Fonte: rielaborazione APT da...

Read More

Lorenza Lei: Evasione del canone pari a 740 mln di euro all’anno

600 milioni di euro all’anno è l’ammontare dell’evasione del canone ordinario, 140 milioni è l’ammontare dell’evasione del canone speciale. Queste le cifre che il direttore generale della Rai, Lorenza Lei, ha esposto intervenendo in occasione della presentazione delle innovazioni tecnologiche Rai. L’evasione per il canone ordinario è pari al 27-28%, mentre quella del canone speciale (uffici, locali pubblici, enti, ecc…) sfiora il 100%, è infatti pari al 96%, per un totale complessivo di 740 milioni di mancati introiti nelle casse dell’azienda, che, se recuperati, consentirebbero investimenti strategici nella ricerca e nelle innovazioni tecnologiche. ”Adesso occorre investire di più e destinare questi interventi all’innovazione, non solo per completare la rete digitale, che la Rai – ha dichiarato Lorenza Lei – ha sostenuto con i propri fondi,  ma per guardare avanti, per guardare all’applicazione in un’ottica di servizio pubblico, che è la nostra prima anima, finanziata da canone e pubblicità”. Fonte. Rielaborazione APT da...

Read More

Al varo la delibera AGCOM per la difesa del copyright su internet

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni si accingerebbe a varare, entro il 6 luglio, una delibera a tutela del diritto d’autore sulla rete che ha già scatenato le proteste del popolo di internet. La delibera dell’Agcom permetterà una procedura veloce e amministrativa per rimuovere dalla rete i contenuti che violano il copyright. Secondo la delibera se il titolare dei diritti di un contenuto audiovisivo dovesse riscontrare una violazione di copyright su un qualunque sito può chiederne la rimozione al gestore. Che, «se la richiesta apparisse fondata», avrebbe 48 ore di tempo dalla ricezione per adempiere. Se ciò non dovesse avvenire, il richiedente potrebbe rivolgersi all’Authority che «effettuerebbe una breve verifica in contraddittorio con le parti da concludere entro cinque giorni», comunicandone l’avvio al gestore del sito o del servizio di hosting. E in caso di esito negativo, l’Agcom potrebbe disporre la rimozione dei contenuti pena forti sanzioni pecuniarie. La nuova normativa imporrebbe anche l’oscuramento di siti colpevoli per renderli irraggiungibili dall’Italia in caso i server fossero piazzati all’estero. Fonte: rielaborazione APT da fonti...

Read More

La crescita degli OTT

Secondo la IMS Research, che ha presentato ieri ‘Over-the-Top Video – Service Delivery & Business Models’ si stima che nei prossimi cinque anni l’industria degli OTT (Over the Top) genererà 32 miliardi di dollari di fatturato grazie soprattutto al mercato dei video on demand. “I servizi finanziati dalla pubblicità e i video gratuiti rappresentano oggi una grossa parte del traffico internet e questo non cambierà in modo significativo nei prossimi cinque anni. Tuttavia si comincerà a notare una notevole crescita delle transazioni a pagamento e delle entrate degli OTT , come anche maggiori investimenti dei leader del mercato pay Tv, media e CE in strategie per un’efficace fornitura di servizio di video on demand”. A spiegarlo è Anna Hunt Analista e autrice del rapporto. Lo Studio prevede che le entrate del mercato OTT aumenteranno annualmente del 32% nei prossimi cinque anni. Si stima che,  le abitazioni che utilizzano solo video free e quindi nessun contenuto a pagamento si ridurranno nei prossimi anni, passando dal 77% del 2010 al 69% per la fine del 2016. La crescita maggiore si avrà dove sono più diffusi i dispositivi connessi per uso domestico, come le connected tv, i lettori Blu-ray e le console di videogame. Un segmento di mercato che, secondo IMS Research, nel 2016 porterà agli OTT un quarto delle entrate mondiali mentre nel 2010 questa quota era del 9,3%. Fonte: rielaborazione...

Read More