News

Rai, Barachini eletto presidente della Commissione di Vigilanza

Da oggi Alberto Barachini, senatore di Forza Italia, è il nuovo presidente della Commissione di Vigilanza Rai. È stato eletto al terzo scrutinio con 22 voti, uno in più del quorum necessario che era di 21. Eletti anche i vicepresidenti: Antonello Giacomelli del Pd (scelta significativa, si tratta dell’ex segretario alle Comunicazioni dei governi del Pd) e Primo Di Nicola, del Movimento 5 Stelle. E’ così mantenuta la regola secondo la quale una commissione di garanzia, quale è a tutti gli effetti la Vigilanza Rai (organismo bicamerale, ovvero espresso sia dalla Camera che dal Senato) vada all’opposizione. Infatti nella precedente legislatura la carica andò a Roberto Fico, Movimento 5 Stelle, attuale presidente della Camera dei Deputati. La «doppia opposizione» In questo caso di tratta quasi di una «doppia opposizione». Alberto Barachini, premio Montanelli nel 2002, candidato dal suo partito alla presidenza della Vigilanza col personale sostegno di Silvio Berlusconi, ha lavorato dal 1999 per il gruppo Mediaset, caporedattore e conduttore, si è occupato di politica, cronaca italiana ed estera per News Mediaset. Dunque approda alla presidenza della Vigilanza un esponente politico di Forza Italia che porterà anche la sua lunga esperienza professionale maturata a Mediaset, uno dei due cuori dell’antico «duopolio» televisivo, come veniva chiamato il sistema Rai-Mediaset che occupò per anni, senza contrasti, il panorama tv del Paese. Oggi il quadro è radicalmente cambiato, con l’approdo de La7 (in molte...

Read More

Suburra, sul set a Roma seconda stagione

Sono in corso da qualche settimana a Roma le riprese (sotto la Vela di Calatrava – Tor Vergata il regista Andrea Molaioli gira il settimo episodio), – per un totale di 24, in più di 100 location, – della seconda stagione di Suburra, la serie – il primo crime thriller italiano originale Netflix prodotto da Cattleya in collaborazione con Rai Fiction e lanciato con successo lo scorso ottobre negli oltre 190 paesi in cui è presente il colosso streaming. Nella seconda stagione, sempre più ricca di azione, dramma e giochi di potere, protagonisti sono gli stessi personaggi che hanno già conquistato il pubblico nella prima: Aureliano (Alessandro Borghi), Spadino (Giacomo Ferrara) e Lele (Eduardo Valdarnini), Sara Monaschi (Claudia Gerini), ambiziosa consulente legata alla chiesa (“ma nella nuova stagione – racconta – ho divorziato e mi sono legata a una Ong che si occupa sfrutta il traffico di immigrati”). E ancora il politico Amedeo Cinaglia (Filippo Nigro) e il boss Samurai (Francesco Acquaroli). Fonte:...

Read More

70° Emmy: pioggia di nomination per Netflix

Netflix supera quest’anno Hbo ai 70° Emmy Awards come network (o meglio, servizio svod) con più nomination, ben 112. Con Netflix e Hbo spiccano anche Hulu (grazie a The Handmaid’s Tale), Amazon, mentre tra le cable spicca Fx Network e, tra le generaliste, Abc. In particolare, nella categoria Comedy sono state nominate Atlanta (FX Networks), Barry (Hbo), Black-ish (Abc), Curb Your Enthusiasm (Hbo), Glow (Netflix), Silicon Valley (Hbo), The Marvelous Mrs. Maisel (Prime Video), Unbreakable Kimmy Schmidt (Netflix). I candidati come migliori attori protagonisti sono Donald Glover (Atlanta), Bill Hader (Barry), Anthony Anderson (black-ish), Larry David (Curb Your Enthusiasm), William H. Macy (Shameless) e Ted Danson (The Good Place). Le candidate come migliori attrici protagoniste sono Pamela Adlon (Better Things), Tracee Ellis Ross (black-ish), Lily Tomlin (Grace and Frankie), Issa Rae (Insecure), Allison Janney (Mom) e Rachel Brosnahan (The Marvelous Mrs. Maisel). Nella categoria Drama sono state nominate Game of Thrones (Hbo), Stranger Things (Netflix), The Americans (FX Networks), The Crown (Netflix), The Handmaid’s Tale (Hulu), This Is Us (Nbc), Westworld (Hbo). I candidati come migliori attori protagonisti sono Jason Bateman (Ozark), Matthew Rhys (The Americans), Milo Ventimiglia (This Is Us), Sterling K. Brown (This Is Us), Ed Harris(Westworld), Jeffrey Wright (Westworld). Le candidate come migliori attrici protagoniste sono Sandra Oh (Killing Eve), Tatiana Maslany (Orphan Black), Keri Russell (The Americans), Claire Foy (The Crown), Elisabeth Moss (The Handmaid’s Tale) e Evan Rachel Wood (Westworld). Nella categoria Limited Series (Miniserie) sono state nominate Genius: Picasso (National Geographic), Godless (Netflix), Patrick Melrose (Showtime), The Alienist (Tnt), The Assassination Of Gianni Versace: American Crime Story (FX Networks). L’Emmy per il miglior tv movie andrà a a uno dei seguenti titoli: Fahrenheit 451 (Hbo), Flint (Lifetime), Paterno (Hbo), The Tale (Hbo) o all’episodio di Black Mirror intitolato Uss Callister. I candidati come migliori attori protagonisti (miniserie e tv movie) sono Antonio Banderas (Genius: Picasso), John Legend (Jesus Christ Superstar Live In Concert), Benedict Cumberbatch (Patrick Melrose), Darren Criss (The Assassination Of Gianni Versace: American Crime Story), Jeff Daniels (The Looming Tower) e Jesse Plemons (Uss Callister/ Black Mirror). Le candidate come migliori attrici protagoniste (miniserie e tv movie) sono Sarah...

Read More

MiBACT: proroga scadenza per credito d’imposta e contributi selettivi

Pubblicato oggi, 12 luglio 2018, sul sito del Mibact l’avviso agli utenti di: – proroga per la presentazione delle domande di credito di imposta – passaggio al nuovo regime (produzione di film, produzione di opere TV, produzione di opere WEB, produzione esecutiva di opere straniere, distribuzione nazionale) a venerdì 3 agosto, ore 12.00 (Per visualizzare l’avviso clicca qui); – proroga per la presentazione delle domande preventive per i contributi selettivi (scrittura di sceneggiature, sviluppo e pre-produzione, produzione e distribuzione nazionale) a mercoledì 25 luglio, ore 12.00 (Per visualizzare l’avviso clicca qui)....

Read More

L’Agcom per l’audiovisivo. Presentata la relazione annuale 2018.

Oggi a Palazzo Montecitorio si è tenuta la Presentazione della Relazione annuale Agcom 2018 sull’attività svolta e sui programmi di lavoro. Per quanto riguarda il settore audiovisivo l’Autorità, attraverso la delibera 184/18/Cons dell’11 aprile scorso, ha posto in consultazione pubblica una proposta di regolamentazione volta a sottrarre rigidità al sistema delle quote e a contemperare il principio di tutela dell’opera audiovisiva europea con le esigenze di palinsesto e di investimento degli operatori televisivi. L’istanza è stata presentata a seguito delle recenti riforme che hanno investito la tutela del prodotto europeo e delle produzioni indipendenti , dovute all’approvazione del D.lgs. n. 204/17. In aggiunta, sono state avviate altre due consultazioni pubbliche, una finalizzata all’individuazione di specifiche regole dirette a evitare situazioni di conflitto di interessi tra produttori e agenti che rappresentino artisti e l’altra sullo schema di regolamento in materia di classificazione delle opere audiovisive destinate al web e ai videogiochi. Continua inoltre il lavoro di Agcom sul Regolamento per la tutela del diritto d’autore sulle reti di comunicazione elettronica, volto ad individuare nuovi provvedimenti cautelari e misure sempre più mirate alla repressione della pirateria e all’educazione dei consumatori alla...

Read More